il decreto

Obbligo del green pass al lavoro o stop allo stipendio

Obbligo del green pass al lavoro o stop a stipendio
Il Cdm ha varato il provvedimento che estende la certificazione verde ai lavoratori della pubblica amministrazione del settore privato

"Questo decreto è per continuare ad aprire" dice il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, durante il Cdm che ha approvato il decreto legge che rende obbligatorio il green pass nei luoghi di lavoro dal 15 ottobre fino al 31 dicembre, quando è prevista la scadenza dello stato d’emergenza.
Il green pass diventa obbligatorio in tutti i luoghi di lavoro e andrà ad incidere direttamente sulla vita di 23 milioni di italiani di cui 14 milioni e 700 mila impiegati nel settore privato. Compresi deputati e senatori.
Stop allo stipendio dal primo giorno per i lavoratori del pubblico e del privato che non abbiano il pass. Nel pubblico chi non lo ha è "assente ingiustificato" e al quinto giorno di assenza viene sospeso. Nel privato il lavoratore è assente senza diritto alla retribuzione fino a presentazione del pass. Nessuna conseguenza disciplinare né licenziamenti in entrambi i casi.

Categoria: