la testimonianza

Contagiato dal covid e non vaccinato, finisce in rianimazione. Oggi lancia un appello: "Il virus uccide, vaccinatevi"

Contagiato dal covid e non vaccinato, finisce in rianimazione. Oggi lancia un appello: "Il covid uccide, vaccinatevi"
Paolo Aparo, 66 anni di Solarino, racconta la sua terribile esperienza, mettendo in guardia chi ancora non si è vaccinato

Il covid sconvolge la vita di chi per i motivi più disparati lo contrae. E mentre grande è lo sforzo per far vaccinare la popolazione per raggiungere quell'immunità di gregge che metterebbe al riparo dalle più brutte conseguenze della pandemia, ci sono i no vax che combattono in ogni modo ogni iniziativa di vaccinazione, contestando numeri e report.
La Sicilia è stata a lungo ultima tra le regioni italiane per numero di vaccinati ed è di ieri la notizia della Fondazione Gimbe che riporta come la provincia di Siracusa sia prima in Italia per numero di nuovi positivi nell'ultima settimana.
Ma siccome dietro i freddi numeri ci sono persone, storie e famiglie, vi proponiamo la testimonianza di Paolo Aparo, 66 anni di Solarino, non vaccinato, contagiato dal covid, insieme alla moglie agli inizi di agosto, e finito in rianimazione in gravi condizioni. Tanto gravi da far temere il peggio.
Paolo Aparo per fortuna ce l'ha fatta, è ormai a casa, ma porta visibili i segni e le conseguenze del contagio che gli imporranno una lunga convalescenza. Oggi, con la consapevolezza di quel che è stato, quest'uomo, rinato a nuova vita ha voluto lanciare un appello a quanti ancora sottovalutano il virus e pensano che il vaccino sia - come i no vax dicono - "una forma di dittatura sanitaria" o che addirittura "uccida". QUI il VIDEO
Nei momenti di grande sofferenza e preoccupazione la moglie di Paolo Aparo ha affidato alla scrittura tutta la sua rabbia: "Maledetto straniero che prepotentemente hai voluto farti spazio nella mia vita.... trascurando sentimenti... emozioni. Distruggendo le speranze di una certezza ormai vinta da tempo.. Pensavo di farcela..!!! Ma tu brigante di strada.. non ti sei stancato di mietere vittime. Ti prometto che non mi arrenderò.. Metto tutto il mondo nelle mani i di Dio.. e non solo la mia vita e quella del mio sposo... ma la vita di tutti... riscattero' quando di più caro mi stai togliendo..! Ti renderò quello che meriti..! Brutto sarcastico.. invadente"

Categoria: