Carabinieri

Il Generale Castello in visita al Comando provinciale di Siracusa

Il Generale Castello in visita al Comando provinciale di Siracusa
Il Comandante della Legione Carabinieri Sicilia ha anche incontrato il prefetto, il procuratore e la presidente del tribunale

E' tornato in provincia di Siracusa il generale Rosario Castello, Comandante della Legione Carabinieri Sicilia: martedì è stato in visita al al Comado provinciale dei Carabinieri.
Accompagnato dal Comandante Provinciale, Col. Giovanni Tamborrino, ha incontrato nel chiostro della Stazione Carabinieri di Ortigia, una rappresentanza dei Reparti Territoriali e di quelli Speciali e di Polizia Militare dell’Arma operanti in provincia. Quindi ha poi portato il suo saluto al Prefetto, Giusi Scaduto alla quale, insieme all’Ispettore Regionale dell’Associazione Nazionale Carabinieri, Ignazio Buzzi, ha consegnato la tessera di “Socio Benemerito”.
L’incontro è stato anche occasione di aggiornamento, per il Gen. Castello, sulle attività recentemente condotte dalla Prefettura in sinergia con le Forze di Polizia e l’Arma dei Carabinieri, con numerose misure interdittive antimafia, parte delle quali originate proprio da attività di Polizia Giudiziaria condotte dai Carabinieri.
Nel prosieguo della visita, il Comandante si è recato presso la sede dell’Anc intitolata al Carabiniere Filippo Cosentino, all’interno dell’Istituto Comprensivo “Archia” di via Calatabiano. Ad accoglierlo c’erano il Presidente, Brig. Ca. Valentino De Ieso, l’Ispettore Regionale, il direttivo ed alcuni soci e benemerite, ai quali il Generale ha rivolto parole di apprezzamento per le attività di volontariato che la Sezione giornalmente svolge in favore della collettività, in particolare in questi ultimi mesi negli hub vaccinali.
Ultima tappa al Palazzo di Giustizia dove ha incontrato il Procuratore Capo, Sabrina Gambino, con la quale si è confrontato sulle specificità criminali del territorio e sull’attività investigativa condotta dall’Arma, e la presidente del tribunale, Dorotea Quartararo, con la quale ha discusso dell’importanza delle misure di prevenzione, segnatamente quelle patrimoniali, quale strumento di contrasto alla criminalità.

Categoria: