XXXVI edizione

Il melillese Luigi Fazzino si aggiudica la Coppa Val D’Anapo-Sortino

Il melillese Luigi Fazzino si aggiudica la XXXVI Coppa Val D’Anapo-Sortino
Nella prima delle due salite ha anche realizzato il nuovo record del tracciato in 3’12”51

Luigi Fazzino vince la XXXVI Coppa Val D’Anapo - Sortino con due strepitose salite, nella prima delle quali ha realizzato il nuovo record del tracciato in 3’12”51.
Due volte secondo il campione catanese Domenico Cubeda, terza piazza per Samuele Cassiba che con la "Osellina PA 21 Jrb 1000d. A premiare i “campioni” sul podio il sindaco di Sortino Vincenzo Parlato insieme al primo cittadino di Melilli, Giuseppe Carta.
"E’ stata dura": ha commentato euforico Fazzino, a cui è andato anche il memorial Pippo Lagana - "c’è stata tanta pressione essendo la gara di casa, ma sono contentissimo di aver dato questa soddisfazione al team e agli appassionati sortinesi e della mia Melilli".
Cubeda ha dichiarato: “Siamo migliorati tanto dopo l’anomalia di ieri, guardiamo avanti e siamo ottimisti.”
Samuele Cassibba, anche lui molto contento ha commentato così la sua prova: "Gara dopo gara aumenta il feeling con questa vettura, la prestazione è stata pressoché perfetta, sono veramente soddisfatto del livello raggiunto".
Quarto sempre su Osella ma 3000 di cilindrata è risultato nella classifica aggregata il ”leone degli iblei” Giovanni Cassiba che nella sua carriera di Coppa Val D’anapo ne ha vinte 2. Quinto assoluto Agostino Bonforte anche lui su Osella questa in versione PA 21 2000.
Ha chiuso in top il vincitore della Classe Cn il trapanese Rocco Aiuto su Osella 3000, mentre di un soffio Antonino Carta con la Fiat X 1/9 Suzuki ha prevalso su Rino Giancani nella classe E2SH.
Appassionante come sempre la sfida Tricolore fra le Bicilindriche che ha assegnato il Trofeo La Pera. A vincere è stato il campione italiano 2019 Andrea Currenti due volte primo al traguardo con tempi speculari: 4’03”70 il migliore. Staccato di 8”44 nella aggregata è risultato Daniele Portale, terzo Angelo Caltabiano che ha concluso con un ritardo complessivo di 18”74.
Grande vittoria del catanese Ivan Tudisco in gruppo E1 Italia sulla Renault Clio Rs che ha trionfato in entrambe le gare sempre davanti al nisseno Domenico Budano che ha pilotato una “piccola” Peugeot 205 Rallye.
Per quanto riguarda le vetture Racing Start il migliore è risultato il puntese Antonio Leonardi su Citroen Saxò 16 v 1600, mentre il catanese Eugenio Orlando sulla Peugeot 106 1600 ha colto il doppio successo in Racing Start Plus con un tempo complessivo di 7’48”14
Si è chiusa sul filo dei secondi la sfida fra i due chiaramontani Davide Gravina e Alessandro Cappello entrambi della Catania Corse nel gruppo Produzione Evolute. Gravina con la scattante Peugeot 106 1400ha “sommato” 8’01”93 . Vittoria sortinese grazie a Vincenzo Bellomo fra le vetture di Produzione di Serie sempre con una Peugeot 106 1400.
Per quanto riguarda le storiche a far segnare i migliori tempi in assoluto è stato Antonio di Piazza con la Lucchini 3000 di 4° raggruppamento, in gara 2 la sua migliore prestazione in 3’47”24. Ha vinto il secondo raggruppamento l’esperto driver e preparatore palermitano Domenico Guagliardo con la Porsche Carrera Rsr, che ha fatto meglio in gara 1 in 3’51”49. Vittoria in terzo raggruppamento del messinese Salvatore Caristi con la ormai “famosa” 128 Rally, mentre in quinto e primo raggruppamento si segnalano gli acuti di Camillo Centamore con la Formula Junior e di Gregorio Tosto con la lancia Fulfia Coupe HF.

Categoria: