il caso

Augusta, taglio degli alberi al Parco dell'Hangar: gli ambientalisti pronti a presentare un nuovo esposto in Procura

Augusta, taglio degli alberi al Parco dell'Hangar: gli ambientalisti pronti a presentare un nuovo esposto in Procura
"A fronte dell'indicazione della Soprintendenza a sostituire gli alberi danneggiati - sostengono - nessun nuovo esemplare è stato piantato"

"Il danno al Parco dell'Hangar di Augusta c’è stato ed è grave e permanente. Siamo pronti a formalizzarlo in un nuovo esposto-denuncia alla
Procura della Repubblica di Siracusa".
Così in una nota il Coordinamento “Punta Izzo Possibile” e l'associazione “Natura Sicula”: "I terreni in questione sono di proprietà del Demanio dello Stato e l’intera cittadella militare, che include l’hangar per dirigibili, è stata dichiarata bene d’interesse culturale e Luogo dell’Identità e della Memoria dalla Regione Siciliana - spiegano - malgrado ciò, a marzo 2017, Marisicilia decide, in assenza della preventiva autorizzazione paesaggistica della Soprintendenza, di far tagliare decine di eucalipti e qualche pino dell’età media di 60-70 anni. I danni - prosegue la nota - non si sono limitati al patrimonio arboreo e al paesaggio; hanno intaccato anche il patrimonio faunistico. perché gli eucalipti erano i posatoi notturni degli uccelli delle saline del Mulinello, iscritte nella Rete Natura 2000 come Zona Speciale di Conservazione in
considerazione della notevole presenza di uccelli acquatici e dell’importanza che la zona umida costiera rappresenta come habitat. Nonostante, sempre nel 2017, la soprintendenza rilasci un parere favorevole a completare i lavori di taglio e a sostituire gli alberi
danneggiati a un solo albero non è stato piantato e nessun esemplare è stato sostituito da parte di Marisicilia".

Categoria: