sul sito del Comune

Siracusa, servizio idrico integrato: pubblicato il bando di gara europeo

Siracusa, servizio idrico integrato: pubblicato il bando di gara europeo
L'affidamento avrà la durata di due anni con due possibilità di proroga e un importo complessivo di 57 milioni di euro

Via libera dal Comune di Siracusa alla pubblicazione del bando di gara europea per l'affidamento del servizio idrico integrato della città.
Da oggi è consultabile sul sito istituzionale; ne danno notizia il sindaco, Francesco Italia, e l'assessore Carlo Gradenigo dopo la decisione di procedere con l'appalto della gestione delle reti idrica e fognaria in attesa che venga definito l'aggiornamento del piano d'ambito, cui seguirà l'approvazione da parte dell'Assemblea territoriale idrica e la successiva individuazione del soggetto unico per la gestione pubblica complessiva.
Il bando prevede l'affidamento del servizio per 2 anni con due possibilità di proroga: una di un anno e un'altra di sei mesi. L'importo complessivo della gara è di 57 milioni di euro. Il criterio di assegnazione è quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa ma, nella valutazione, la proposta tecnica inciderà per il 75% e quella economica per il 25.
La soglia del fatturato specifico medio annuo è stata abbassata a 12 milioni di euro, per allargare il bacino dei possibili partecipanti. Tra i requisiti richiesti anche quello di avere già svolto il servizio per una popolazione totale di 100 mila abitanti distribuita anche su più Comuni, uno dei quali però con almeno 50 mila residenti.
Molte le novità: per la prima volta si parla di qualità dell'acqua distribuita e di mitigazione ambientale con specifico riferimento al refluo depurato e alla sua destinazione finale, che non può più essere il Porto grande di Siracusa. Il gestore dovrà produrre la progettazione esecutiva per la captazione dell'acqua potabile direttamente dal bacino del fiume Anapo e per il riuso della condotta Ciane, attraverso la quale rilanciare il refluo depurato in mare aperto a nord della città.
Dal punto di vista dei servizi, previsto il ripristino e la gestione di tutte le fontane e fontanelle cittadine, inclusi parchi, ville, piazze e giardini comunali; l'installazione di nuove docce temporizzate nelle spiagge libere; la parziale messa in quota e sostituzione dei tombini stradali; l'estensione della rete idrica potabile di Fontane Bianche da Cassibile a via delle Muse; l'ampliamento di alcuni tratti di rete fognaria al Plemmirio e in via Bulgaria; l'installazione di nuove casette dell'acqua a osmosi inversa nelle zone più periferiche e balneari; una capillare campagna di sensibilizzazione sul risparmio idrico rivolto ai cittadini e alle scuole; la previsione di nuovi sportelli distaccati per l'assistenza al cliente; la realizzazione del collettore fognario tra via Marco Costanzo a viale Zecchino per risolvere il problema degli allagamenti nei rioni delle case popolari; una puntuale programmazione di riduzione delle perdite lungo la condotta idrica; l'ammodernamento degli impianti e della rete di distribuzione.
"La qualità e il risparmio della risorsa idrica, la tutela ambientale e l'estensione dei servizi - dichiara il sindaco, Francesco Italia - rappresentano gli obiettivi principali del nuovo bando”.
“Sono state settimane di duro lavoro - dice l'assessore Carlo Gradenigo – su uno strumento che spero possa rappresentare l'inizio di un percorso virtuoso e consapevole nei confronti di una risorsa preziosa qual è l'acqua pubblica. Non ci resta che attendere l'esito della gara e sperare nella più ampia partecipazione".

Categoria: