focolaio covid

Priolo, migranti trasferiti e centro chiuso: la decisione del prefetto al termine del Comitato per l'ordine e la sicurezza

Priolo, migranti trasferiti e centro chiuso: la decisione del prefetto d'intesa con il sindaco Gianni
SiracusaPost.it - nella foto gli esterni del Centro di accoglienza
In corso in queste ore il trasferimento in un altro centro del Siracusano

Intervento immediato e deciso per evitare qualsiasi problema dopo che nel centro di accoglienza “Casa Freedom” di Priolo era stato registrato un focolaio covid con circa 60 positivi tra gli ospiti della struttura e per evitare che anche gli altri 15 migranti, allo stato negativi, potessero essere contagiati.
Il centro sarà chiuso e sanificato i 75 extracomunitari ospiti saranno trasferiti. Anzi le operazioni di trasferimento verso un centro di accoglienza del Siracusano sono già cominciate.
Questa la decisione assunta dal prefetto, Giusi Scaduto, d’intesa con il sindaco Pippo Gianni, al termine della riunione, in videoconferenza di oggi pomeriggio, del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.
Il primo cittadino già da giorni era in contatto con il Prefetto e con il Dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Priolo, ai quali aveva espresso le preoccupazioni della comunità priolese.

Categoria: