asp

Augusta, telemedicina per i pazienti di sclerosi multipla

Augusta, telemedicina per i pazienti di sclerosi multipla
Attivata una piattaforma telematica in cloud di comunicazione medico-paziente

Attivata dal Centro sclerosi multipla dell’ospedale di Augusta un sistema di gestione domiciliare dei pazienti dimessi grazie ad una piattaforma telematica in cloud di comunicazione medico-paziente.
Il centro è stato il primo Centro sperimentatore e ha coinvolto diversi altri Centri di rilevanza nazionale sul territorio italiano.
“La pandemia da covid -19 - spiega il responsabile del Centro Sm Sebastiano Bucello - ha accelerato un bisogno già presente da tempo di 'modernizzare' il rapporto tra paziente affetto da patologie neurologiche croniche come la sclerosi multipla e personale del Centro Clinico attraverso l’utilizzo di innovative modalità".
I pazienti potranno essere seguiti a distanza ed essere monitorati nella patologia e nella terapia, anche in considerazione della disabilità spesso presentata e dalla distanza che il più delle volte intercorre tra il domicilio del paziente e il Centro presso cui è in cura.
Il flusso di gestione prevede di integrare il paziente nel processo diagnostico e terapeutico della sua patologia, dotandolo di strumenti digitali, facilmente accessibili da pc o mobile, atti ad abilitare l’interazione con il personale sanitario del Centro (segreteria, infermieri, medici) e a ridurre l’impatto, anche sulla propria attività lavorativa, di visite, valutazioni o semplici spostamenti superflui.
Attraverso l’uso della piattaforma il paziente ha la possibilità di creare apposite richieste selezionando la tipologia di necessità dal menù (ad es. Richiedi informazione, Prenota visita, Modifica appuntamento, ecc.); visionare i propri appuntamenti passati e futuri; ricevere documentazione e richieste da parte del Centro; caricare esiti di esami, referti, documentazione medica ricevuti da altre strutture e richiesti dal Centro, sia come semplice archiviazione sia con la possibilità di richiederne visione da parte del personale del Centro in caso di esami urgenti; ricevere notifiche e indicazioni riferite ad appuntamenti futuri; contattare direttamente il medico, nel momento in cui ritiene di avvisare il personale sanitario in caso di una sospetta ricaduta clinica o evento avverso al farmaco, o semplicemente per richiesta informazioni.
La piattaforma, che risponde a tutti i requisiti sulla protezione dei dati personali, sarà integrata con altri moduli per ampliarne il perimetro in ottica di telemedicina.

"Vigileremo - commenta la presidente provinciale della sezione Aism di Siracusa, Carla Orecchia affinché questo servizio possa essere continuo nel tempo in modo da assicurare alle persone quel grado di assistenza indispensabile che garantisca la continuità della presa in carico. Si tratta di una proposta innovativa che come associazione promuoviamo a livello nazionale.I volontari dell’AISM sono sempre a disposizione delle persone con sclerosi multipla: “Questa emergenza sanitaria - aggiunge Orecchia - ci ha obbligato a rivedere anche le nostre attività. Siamo accanto alle persone con il telefono amico, attraverso la rete. Diverse volte ci siamo recati a casa delle persone per dare quella alfabetizzazione digitale necessaria anche solo per una videochiamata. Siamo onorati - conclude - di poter collaborare con l’Asp con la quale speriamo presto di firmare quel protocollo di intesa già concordato che contiene diverse attività in presenza che la pandemia purtroppo ha bloccato".

Categoria: