Digitalizzazione

Siracusa, il Comune attiva i servizi Spid, PagoPa e l'App-Io

Siracusa, il Comune attiva i servizi Spid, PagoPa e l'App-Io
Le tre funzioni per ora sono attive per il solo accesso ai servizi dell'Ufficio tributi

Attivati dal Comune di Siracusa i servizi Spid, App-Io e PagoPa, riuscendo così accedere ai fondi messi a disposizione con l'Avviso pubblico per la digitalizzazione e l'innovazione dei comuni.
Le tre funzioni per ora sono attive per il solo accesso ai servizi dell'Ufficio tributi attraverso il portale Linkmate: i cittadini possono entrare nel portale dei tributi senza doversi registrare e utilizzare le funzionalità messe a disposizione, effettuare versamenti on-line attraverso PagoPa e consultare i documenti che li riguardano. In circa un mese di funzionamento, tra attivazione e implementazione del sistema, si contano già un centinaio di pagamenti effettuati con PagoPa e una settantina di soli accessi.Tramite lo Spid
Da tre settimane, inoltre, il Comune ha aderito all'App-Io, la stessa utilizzata per il cashback di Stato. Gli utenti che l'hanno scaricata, o che lo faranno, e aderiranno ai servizi messi a disposizione dal Comune, riceveranno i messaggi che l'Ente invierà. Per adesso è stata attivata per Imu, Tari, imposta comunale di pubblicità (Icp) e occupazione del suolo pubblico (Osap). Il servizio è funzionante ma, ancora per qualche giorno, non sarà disponibile perché il gestore dell'App-Io sta aggiornando l'elenco degli enti aderenti.

“Si tratta – affermano il sindaco, Francesco Italia, e l'assessore Alessandro Schembari – dell'inizio di un percorso di innovazione e di adeguamento a tutte le opportunità che la digitalizzazione della pubblica amministrazione consente. Quella che stiamo realizzando è una vera e propria svolta che si tradurrà in efficienza degli uffici, in semplificazione delle procedure e dell'accesso ai servizi da parte dei cittadini e in riorganizzazione del personale comunale per innalzare il livello complessivo delle prestazioni. Così facendo, peraltro, potremo far parte a pieno titolo dei processi del Recovery fund che hanno nella digitalizzazione una condizione necessaria”.
Si sta lavorando per estendere la digitalizzazione al settore dell'Anagrafe mentre a breve sarà attivo un secondo portale on-line per il PagoPa e che consentirà i versamenti degli oneri di concessione edilizia, dei diritti per i matrimoni civili, degli oneri di urbanizzazione e dei costi di costruzione.

Categoria: