La lotteria degli scontrini

La lotteria degli scontrini
La lotteria degli scontrini è un sistema tecnicamente ideato per ridurre il fenomeno dell’evasione fiscale incentivando i clienti degli esercizi di commercio al dettaglio a chiedere lo scontrino al negoziante.

L’iniziativa che ha preso il via il primo febbraio 2021 è connessa ad alcune novità fiscali che includono anche lo scontrino elettronico. È già possibile registrarsi sul sito Lotteriadegliscontrini.gov.it  per ottenere il “codice lotteria”, che bisognerà presentare alla cassa a ogni pagamento che si effettua col bancomat.
La lotteria degli scontrini è una sorta di premio per aver adottato un modo di acquisto amico del fisco. Purtroppo però il premio è orientato unicamente verso il cliente e non si opera però incentivando il commerciante ad adeguarsi alle norme.
Il processo vede alcune scadenze specifiche
• Primo febbraio 2021 – Data di partenza dell’iniziativa
• Primo marzo 2021 – Scatta la possibilità per i consumatori di segnalare alle autorità se un esercente si rifiuta di partecipare alla Lotteria degli scontrini
• 11 marzo 2021 – Prima estrazione
• Primo aprile 2021 – Termine entro cui adeguare i registratori al nuovo tracciato per la trasmissione dei corrispettivi
Giovedì 11 marzo si terrà la prima estrazione per i primi venti vincitori tra chi acquistando e vendendo abbia prodotto scontrini elettronici dal primo al 28 febbraio 2021. Ogni secondo giovedì del mese si terranno le successive estrazioni della lotteria degli scontrini.
Dal 10 giugno le estrazioni diventeranno settimanali, sempre di giovedì, e riguarderanno i biglietti generati da acquisti fatti dal lunedì alla domenica della settimana precedente.

L’estrazione annuale, che vale un premio da 5 milioni di euro per l’acquirente e 1 milione di euro per l’esercente si terrà a inizio 2022 e parteciperanno i biglietti generati dal primo febbraio al 21 dicembre 2021.
Partecipare alla lotteria è gratis, a patto di essere maggiorenni e residenti in Italia e acquistare beni o servizi presso esercizi commerciali fisici al minuto, con pagamenti elettronici. Niente acquisti online né spese professionali o in contanti.
Non si potrà partecipare alla Lotteria degli scontrini con i pagamenti effettuati tramite ticket restauranti, i buoni pasto.
Non è necessario conservare lo scontrino, come chiarito sul profilo ufficiale Facebook della Lotteria degli scontrini. Infatti, il sistema della lotteria opererà in automatico grazie al codice dell’utente.
I premi sono:
• quindici premi da 25mila euro ciascuno per il consumatore e quindici premi da 5mila euro ciascuno per l’esercente, ogni settimana;
• dieci premi di 100mila euro ciascuno per il consumatore e dieci premi di 20mila euro ciascuno per l’esercente, ogni mese;
• un premio di 5 milioni di euro per il consumatore e un premio di un milione di euro per l’esercente, ogni anno.
Questo sistema obbliga il commerciante/esercente ad un adeguamento costoso poco tempo dopo altri investimenti per l’adeguamento dei registratori di cassa. Una scelta che cade ulteriormente sulla testa di micro aziende già ingarbugliate e vessate in questa difficile fase. Dall’altro lato non siamo convinti che darà un impatto vero nella lotta alla evasione. Il concorso è una cosa, la previsione di detrazione di una fetta più ampia di beni sarebbe una soluzione più concreta e equa.
Ad oggi gli esercenti non hanno obblighi né rischiano sanzioni ma rischiano controlli e ispezioni e questo modello non ci ha mai convinto appieno. Auspichiamo un modello diverso ed in ogni caso un sostegno economico importante verso gli esercenti con un credito d’imposta che copra l’intero importo speso per adeguare ulteriormente i propri registratori di cassa.
 

Categoria: