sos siracusa

Siracusa, riportata alla luce una scala monumentale nella cava di Santa Panagia

Siracusa, riportata alla luce una scala monumentale nella cava di Santa Panagia
foto Andrea Bartoli
La scala, scavata nella roccia e che consente di arrivare fino alla baia, è stata ripulita e resa nuovamente fruibile da due volontari

Riportata alla luce una scala monumentale scavata nella roccia nella cava di Santa Panagia, l'unica in provincia di Siracusa che raggiunge il mare creando una baia.
Ciò grazie al lavoro di due volontari, la guida naturalistica Andrea Bartoli e Daniele Valvo di Siracusa Tour, che, dopo averla ritrovata, l'hanno ripulita, rendendola nuovamente fruibile.
A darne notizia è Sos Siracusa, il coordinamento di associazioni ambientaliste del capoluogo: "La scala, già descritta sulle mappe del Cavallari fin dal 1890 ma mai fino in fondo esplorata, attraversa il costone Est dell’omonima cava permettendo di superare un dislivello di circa 15 metri per scendere a fondo valle e percorrere un sentiero che attraversa canneti e guadi, arrivando alla baia della Tonnara per poi, tramite un’altra scala scavata nella roccia, risalire fin quasi sulla pista ciclabile. In gran parte la scala è scavata dentro una maestosa trincea.
Si tratta di una zona - riferisce ancora Sos Siracusa - dove sono numerose le ricchezze archeologiche e naturalistiche come l’antico perimetro delle MuraDionigiane, la Tonnara e la sua suggestiva baia, chiese rupestri, la porta Scea, Stentinello, bunker e postazioni antiaeree della II Guerra Mondiale, la batteria navale “Opera A”, la sorgente “acqua i palumme”, latomie e carraie, grotte marine e antiche aree sacre, creando un itinerario unico e suggestivo".
"L'auspicio - dichiara Andrea Bartoli - è che questa scala sia resa ancora più pulita e sicura dall’amministrazione comunale, e che anche il Parco Archeologico vi effettui approfondimenti e studi".

Categoria: