il 17 novembre

Siracusa, l'Asp celebra anche quest'anno la Giornata mondiale della Prematurità

Siracusa, l'Asp celebra anche quest'anno la Giornata mondiale della Prematurità
Saranno inaugurati virtualmente il Lactarium e della nuova sala per l’allattamento del reparto di Neonatologia e Utin

L’Asp di Siracusa celebra anche quest’ anno la Giornata mondiale della Prematurità il 17 novembre, con una serie di iniziative e con l’inaugurazione virtuale del Lactarium e della nuova sala per l’allattamento del reparto di Neonatologia e Utin dell’ospedale Umberto I di Siracusa.
Anche quest’anno per l’occasione sono state illuminate di viola, il colore mondiale della prematurità, la targa d’ingresso dell’ospedale Umberto primo, il balcone della Terapia Intensiva Neonatale, oltre a tante piazze e monumenti in diversi Comuni della provincia.
“Nonostante il periodo della pandemia - dichiara il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra - un pensiero va ai neonati prematuri ed ai loro bisogni, alle loro famiglie e al personale sanitario che se ne occupa con dedizione, un messaggio di operosità che non si arresta ma anche un messaggio di speranza che ci fa guardare positivamente per il futuro”. Un messaggio che il direttore generale rivolgerà martedì 17 novembre alle 15 dalla sala conferenze dell’ospedale di Siracusa al personale del reparto di Neonatologia e ai rappresentanti delle associazioni di volontariato impegnate a sostenere le famiglie dei piccoli prematuri e, attraverso loro, a tutti i genitori di piccoli nati prematuri che potranno collegarsi attraverso una piattaforma web con la sala conferenze
"Ci teniamo - dichiara il primario del reparto di Neonatologia e Utin dell’ospedale Umberto I di Siracusa Massimo Tirantello - a ringraziare tutti coloro che ci sostengono nell’affrontare questo impegno per diffondere la conoscenza della prematurità in tutte le sue sfumature".
L’uoc di Neonatologia con Utin dell’ospedale Umberto primo di Siracusa è l’unico centro specializzato della provincia, con operatori sanitari di elevata professionalità e attrezzato per l’assistenza dei piccoli nati al di sotto della 37esima settimana di gravidanza.