l'evento

Presentata la Breast Unit dell'Asp: sfilata di auto d'epoca a Lentini, Carlentini e Francofonte

Presentata la Breast Unit dell'Asp: sfilata di auto d'epoca a Lentini, Carlentini e Francofonte
Una rete che segue le donne dalla diagnosi precoce, al trattamento chirurgico, dalla ricostruzione mammaria, al supporto psicologico, fino alla riabilitazione e al follow up

La Breast Unit, la rete multidisciplinare per il trattamento del tumore al seno con sede di coordinamento nell’ospedale di Lentini è stata presentata ieri mattina con una manifestazione pubblica organizzata dall’Asp di Siracusa, in collaborazione con le associazioni Z3 Fan Club e Andos (Associazione donne operate al seno).
Una sfilata di auto d’epoca BMW Z3 con a bordo donne in foulard rosa simbolo della prevenzione che, partite dall’ospedale di Lentini, hanno fatto una breve sosta nelle piazze principali di Lentini, Carlentini e Francofonte dove ad attendere davanti agli stand informativi vi erano i rispettivi sindaci Saverio Bosco, Giuseppe Stefio e Daniele Nunzio Lentini assieme a rappresentanti delle istituzioni e associazioni locali.
Per l’occasione nell’androne dell’ospedale, nel rispetto delle norme anticovid, sono stati allestiti ambulatori dove le partecipanti prima dell’avvio della sfilata sono state sottoposte a visita senologica ed ecografia. Quindi la partenza e, all’arrivo delle auto nelle piazze, sono stati fatti volare al cielo palloncini rosa simbolo della prevenzione.
A conclusione nella sala conferenze dell’ospedale di Lentini la presentazione ufficiale della Breast Unit. Al tavolo dei relatori il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Lucio Ficarra, il direttore sanitario Salvatore Madonia, il direttore medico di Presidio facente funzioni Eugenio Vinci, il direttore del Dipartimento Chirurgico Giovanni Trombatore coordinatore della Breast Unit, i sindaci del comprensorio e il presidente dell’Associazione Z3 Fan Club Giampiero Cutaia. Presenti dirigenti e personale delle diverse Unità operative della rete multidisciplinare, esponenti delle istituzioni e associazioni locali.

«Oggi per la provincia di Siracusa è una giornata particolarmente felice perché si realizza un sogno - ha detto il direttore generale Salvatore Lucio Ficarra –, l’ufficializzazione al territorio della Breast Unit dell’Azienda che trova compimento nel suo inserimento nella Rete regionale grazie alla Regione siciliana attraverso l’assessore regionale della Salute Ruggero Razza che ha creduto nella validità e nell’importanza di quanto era stato realizzato in questa provincia".

“E’ la prima volta in Sicilia che il Z3 Fan club – ha detto il presidente Z3 Fan Club Sicilia Gianpiero Cutaia – sostiene la prevenzione al Tumore della Mammella”.

“La Breast Unit – ha aggiunto il direttore sanitario Salvatore Madonia – è un fiore all’occhiello dell’Azienda inserita tra le 15 realtà della Rete regionale che permette una completa presa in carico della paziente in tutto il suo percorso dalla diagnosi alla cura con competenza e professionalità”.

Ad illustrare finalità e percorso è stato il coordinatore Giovanni Trombatore: “La Breast Unit aziendale – ha spiegato - è costituita da una rete multidisciplinare della quale fanno parte le Unità operative che intervengono nel percorso diagnostico terapeutico per il trattamento dei tumori della mammella con una organizzazione che consente di dare il massimo dell’assistenza. La donna è seguita in regime assistenziale dalla diagnosi precoce, al trattamento chirurgico, alla ricostruzione mammaria, al supporto psicologico, fino alla riabilitazione e al follow up. Con l’acquisizione del chirurgo plastico per le ricostruzioni mammarie, la nomina del Case Manager e del Data Manager e la istituzione della Sezione provinciale della Andos(Associazione Nazionale Donne Operate al Seno) è stato completato il percorso previsto dal decreto assessoriale”. I casi clinici vengono discussi in incontri multidisciplinari con collegamento online dove vengono adottate le decisioni sul trattamento dei casi clinici con decisioni condivise che permettono di dare il massimo delle cure alle pazienti.
“E’ una giornata di consapevolezza – ha detto il sindaco di Lentini Saverio Bosco - che sottolinea quanto sia importante la prevenzione. Il messaggio forte che emerge da questa iniziativa è che la prevenzione e la diagnosi precoce salvano la vita alle nostre famiglie. L’esistenza di questa nuova unità all’interno dell’ospedale di Lentini e a servizio di tutto il territorio provinciale va proprio verso questa direzione”.
“Oggi stiamo celebrando un evento importantissimo – ha aggiunto il sindaco di Carlentini Giuseppe Stefio - la presentazione dell’esistenza di un presidio sanitario di speranza per questo territorio e per l’intera provincia. Quello che stiamo celebrando non era per nulla scontato e per questo i ringraziamenti vanno alle associazioni che ne hanno sostenuto la realizzazione con la raccolta di firme, alla direzione generale dell’Azienda e all’Assessorato che hanno fatto una scelta ed hanno mantenuto la promessa dimostrando grande sensibilità nei confronti del territorio siracusano”.
“Ringrazio il direttore generale per questa importante e gradevole iniziativa di sensibilizzazione – ha detto il sindaco di Francofonte Daniele Nunzio Lentini - Siamo sempre vicini alle problematiche ospedaliere, con spirito di collaborazione e costruttivo, nell’ottica di migliorare sempre più i servizi a favore dei nostri concittadini”.