scuole

Siracusa, alla Raiti doppi turni e lezioni di 2 ore al giorno: monta la protesta delle famiglie

Siracusa, alla Raiti doppi turni e lezioni di 2 ore al giorno: monta la protesta delle famiglie
Dall'istituto arrivano rassicurazioni che si tratta di un orario provvisorio in attesa del completamento dei lavori di adeguamento dei locali scolastici

E' un inizio di anno scolastico travagliata per l'istituto comprensivo Raiti di Siracusa. Un inizio parziale e a step a causa dei lavori di adeguamento dei locali scolastici determinati dalle necessità dettate dall'emergenza coronavirus.
Dopo l'inizio delle lezioni il 24 settembre per alcune classi con orario mattutino di 2 ore, tra domani e martedì torneranno a scuola, in orario pomeridiano le classi quarte e quinte di primaria e le seconde e terze di secondaria. Gli alunni, inoltre, osserveranno un orario di sole due ore al giorno: da lunedì le classi quarte della primaria (sez. A – B – C – D) avranno lezione dalle 15,15 alle 17,15; le seconde di scuola media (sez. A – B) dalle 15 alle 17; martedì inizio lezioni per le quinte di scuola primaria (sez. A – B – C) dalle 15,30 alle 17,30 e le terze (sez. A – B) di scuola secondaria di primo grado, con orario 15,00 – 17,00.
Per le classi della scuola dell'infanzia e le classi prime di scuola primaria le comunicazioni sull'inizio dell'attività didattica saranno date lunedì.
Una situazione che ha creato non poco scompenso tra le famiglie: "La scuola - ci è stato riferito da più genitori - pretende di fare didattica con solo 2 ore di impegno degli studenti e possibilmente dividendo le aule e costringendo gli alunni all’ennesimo cambio di maestre.
Perché invece la scuola non informa le famiglie sullo stato di avanzamento dei lavori e il loro relativo completamento?
La scuola si è posta il problema di come una famiglia possa conciliare gli impegni lavorativi e familiari di entrambi i genitori con una simile disorganizzazione?".
Le perplessità e il malumore è tangibile anche perché il timore maggiore è che questa situazione possa protrarsi per tutto il mese di ottobre con gli inevitabili problemi che potrebbero seguire.
Di contro dalla scuola arriva la rassicurazione che "l’orario con turni pomeridiani è un orario provvisorio, in attesa che siano consegnati tutti i lavori di adeguamento dei locali scolastici. L’orario definitivo, con il quale si entrerà a regime, sarà comunicato alle famiglie sempre qualche giorno prima rispetto all’entrata in vigore.
Il sacrificio che stiamo facendo ad inizio anno scolastico, convivendo con ulteriori lavori rispetto a quelli inizialmente previsti, servirà a stare tutti nello stesso istituto, senza fare doppi turni e rispettando le norme di distanziamento".

Categoria: