capitaneria di porto

Augusta, operazione "Global Fishing”: sequestro di 115 chili di pescato

Augusta, operazione "Global Fishing”: sequestro di 115 chili di pesce
Riscontrate violazioni sulla tracciabilità, sull'etichettatura, o per infrazione alle disposizioni che disciplinano la commercializzazione del pesce spada, e per pesca in zona vietate

Verifiche sulla filiera della pesca, sia in mare che a terra, effettuate dai militari della Capitaneria di Porto di Augusta, sottoponendo a controllo esercizi commerciali, pescherie, ristoranti, mercati rionali e venditori ambulanti.
I controlli hanno riguardato sia le acque marittime di giurisdizione, che i Comuni rientranti nell’ambito del Compartimento.
Violazioni sono state riscontrate ad Augusta e Francofonte.
Nel complesso sono stati sequestrati 115 chili di prodotto ittico, per violazione sulla tracciabilità, sull'etichettatura, o per infrazione alle disposizioni che disciplinano la commercializzazione del pesce spada, e per pesca in zona vietate.
Tra il pescato sequestrato un esemplare di pesce spada sotto misura. I sequestri sono stati effettuati in un supermercato di Augusta, in un ristorante di Brucoli, nel mercato rionale “del Giovedì” di Augusta, e nel mercato rionale “del Mercoledì” di Francofonte.
Parte del pesce, giudicato idoneo da parte dei servizi veterinari competenti, è stato donato in beneficenza, mentre la restante quantità, è poi stata avviata a smaltimento.
Sequestrato anche un fucile subacqueo, per attività di pesca esercitata in ambito portuale.
Elevate sanzioni amministrative per circa 10.200 euro.
I controlli continueranno anche oltre il periodo durante il quale si è svolta “Operazione Global Fishing”.

Categoria: