anno scolastico 2020/2021

Siracusa, scuole e doppi turni: il sindaco Italia alle famiglie "Stiamo lavorando ma sarà necessario del tempo". VIDEO

Siracusa, scuole e doppi turni: il sindaco Italia alle famiglie "Stiamo lavorando ma sarà necessario del tempo"
Il primo cittadino, poi, punta l'indice contro i ritardi accumulati dal governo nazionale su diversi aspetti, dall'arrivo dei banchi all'integrazione del docenti

Sulla questione della riapertura delle scuole il Comune paga lo scotto del ritardo complessivo degli interventi del governo nazionale.
Così esordisce il sindaco Francesco Italia nell'intervista rilasciata a SiracusaPost, all'indomani della notizia della prima scuola che ha deciso di deliberare i doppi turni per gli alunni delle classi delle medie, vista la mancanza di ben 10 aule scolastiche. Una soluzione, quella di far ricorso ai doppi turni, che potrebbe essere adottata da altri istituti comprensivi in difficoltà. Il Raiti, intanto, per esempio ha deciso di far slittare l'inizio delle lezioni, visto che i lavori di adeguamento di spazi interni alla scuola da destinare ad aule, sono ancora in corso e che dal Comune si attendono notizie circa il reperimento di locali.
Il sindaco è chiaro: "Stiamo lavorando senza sosta per riportare tutti i ragazzi a scuola, ma non sarà un lavoro immediato e non sarà semplice visto che la situazione che ci troviamo ad affrontare, quella determinata dal covid, è inedita e complicatissima".
Il primo cittadino tiene a ribadire che, nonostante i ritardi accumulati dal governo nazionale su aspetti diversi come la consegna dei banchi o l'integrazione degli organici dei docenti, il Comune di Siracusa, per quanto di sua competenza, ha cercato di anticipare i tempi come è avvenuto per l'avviso di manifestazione di interesse per acquisire spazi in affitto o con la convenzione siglata con la diocesi, ma "è anche vero - ha aggiunto - che solo pochi giorni fa abbiamo avuto comunicazione dei fondi messi a nostra disposizione per gli affitti, così come è vero che non bisogna solo trovare degli spazi, ma servono aule scolastiche confacenti con i requisiti di una legge del 1975 che stabilisce come deve essere fatta un'aula scolastica sotto ogni profilo e che se è necessario, bisogna provvedere all'adeguamento".

Categoria: