anno scolastico 2020/2021

Siracusa, dopo 6 mesi torna a suonare la campanella dell'inizio delle lezioni. Al liceo Gargallo in aula le prime classi

Siracusa, dopo 6 mesi torna a suonare la campanella dell'inizio delle lezioni. Al liceo Gargallo in aula le prime classi
Mascherine, distanziamento, igienizzazione sono le nuove parole d'ordine per assicurare la ripresa della scuola in presenza

Il grande giorno della riapertura delle scuole è arrivato. Dopo oltre 6 mesi e dopo aver attraversato il tunnel buio del coronavirus la campanella torna a suonare e questo, più che ogni altro, è il segnale vero del ritorno alla normalità.
Non tutte le scuole riaprono oggi: alcune hanno deciso di segnare il nuovo corso senza perdere neanche un giorno, altre, nel rispetto del principio dell'autonomia scolastica, hanno posticipato di una settimana la riapertura. Per molte scuole, essendo sedi di seggio elettorale, l'imminente referendum ha pesato nella decisione di far slittare l'inizio.
Nuove regole, per contrastare la diffusione del virus, dovranno diventare consuetudine per tutti, dai docenti, al personale Ata agli studenti. Mascherine, distanziamento, igienizzazione frequente, percorsi di ingresso e uscita differenziati: nulla sarà più come prima.
Il liceo classico Tommaso Gargallo è tra quelle scuole che da oggi ricomincia: in aula, nel rispetto di tutte le misure anti covid, le prime classi. Per i giovani studenti si tratta di un vero e proprio doppio battesimo: l'inizio del ciclo di studi in un istituto superiore che coincide con il ritorno a scuola dopo un'emergenza che non è ancora cessata.
Ma la dirigente, Maria Grazia Ficara, i docenti, il personale hanno lavorato tutta l'estate per far sì che un problema potesse diventare una nuova opportunità. La didattica a distanza ha consentito di mantenere vivo, come un motore al minimo, il contatto dei ragazzi con la scuola, ma adesso è arrivato il momento di ingranare la marcia e ripartire, con grande attenzione, ma con fiducia.

Categoria: