DA LUNEDÌ 7 SETTEMBRE

Coronavirus, nuovo Dpcm: resta l'obbligo di mascherina e tamponi

Coronavirus, nuovo Dpcm: resta l'obbligo di mascherina e tamponi
Per quanto riguarda i mezzi pubblici, la capienza è stata portata all'80%

Entra in vigore domani lunedì 7 settembre, il nuovo Dpcm che proroga l'obbligo di mascherina al chiuso e all'aperto se non può essere garantita la distanza di un metro tra le persone e l’obbligo di sottoporsi a tampone per chi torna dai 16 Paesi ritenuti "a rischio".
Per quanto riguarda i mezzi pubblici, la capienza è stata portata all'80%, mentre gli scuolabus potranno viaggiare pieni purché i ragazzi non restino a bordo più di un quarto d'ora. Nessuna presenza di pubblico consentita durante gli eventi sportivi.
Le mascherine dovranno continuare ad essere indossate, eccezion fatta per i bambini sotto i 6 anni e per i disabili nei luoghi chiusi aperti al pubblico, mezzi inclusi, e anche all'aperto, quando non si può garantire il distanziamento. Tampone obbligatorio per chi nei 14 giorni precedenti è stato in Croazia, Grecia, Spagna e Malta: si può entrare in Italia solo con un test negativo che abbia meno di 72 ore. Oppure bisogna fare, entro 48 ore dall'arrivo, un tampone in aeroporto, in porto o alla frontiera; la terza possibilità è andare a farlo alla Asl o nei drive-in restando, fino a quel momento, in isolamento fiduciario.
Confermata l'ordinanza che vieta il ballo nei locali pubblici e imposto l'obbligo di mascherina anche all'aperto, nei luoghi della movida dalle 18 alle 6 del mattino.

Categoria: