Musumeci

Coronavirus, dopo i contagi a Canicattini Bagni chiesti controlli sanitari per chi arriva da Malta, Spagna e Grecia

Coronavirus, dopo i contagi a Canicattini Bagni chiesti controlli sanitari per chi arriva da Malta, Spagna e Grecia
Intanto nel Comune del Siracusano sono arrivati gli esiti dei tamponi ai familiari degli 11 ragazzi contagiati: solo 2 sono positivi

Ancora un giro di vite in Sicilia nel contrasto alla diffusione del Coronavirus.
Il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, secondo quanto si apprende da fonti di Palazzo d'Orleans, ha pronta un'ordinanza con la quale si impongono misure di controllo sanitario su quanti rientrano da Malta, Spagna e Grecia dopo che 11 giovani di Canicattini Bagni di ritorno da una vacanza a Malta sono risultati positivi al covid 19.
Ieri sera, intanto, è arrivato l'esito dei tamponi effettuati ai familiari degli 11 ragazzi e solo per 2 di loro il tampone è risultato positivo. Adesso si aspettano i risultati dei test delle persone che, nei primi giorni hanno avuto contatti con i ragazzi contagiati.
A tal proposito il sindaco Marilena Miceli, oggi, ha scritto al Prefetto di Siracusa per chiedere un maggiore supporto nella gestione dell’emergenza, al fine di circoscrivere meglio la diffusione dei contagi, avanzando, anche la richiesta di effettuare i tamponi a Canicattini Bagni: presso la guardia medica in via Umberto o nella sede della Protezione Civile in Piazza Caduti di Nassiriya.
Intanto l’amministrazione comunale rinnova l’invito ai cittadini alla massima responsabilità e al rispetto delle misure di prevenzione e sicurezza: uso della mascherina, distanziamento di almeno un metro, lavaggio continuo delle mani e divieto di assembramento.

Per tutte le emergenze e informazioni sono a disposizione i numeri della Protezione Civile e della Polizia Municipale 0931945131 e 3343475475

Categoria: