l'indagine

Siracusa, turismo post covid: Cna "Filiera devastata. Per il 50% ripresa a primavera 2021". VIDEOINTERVISTE

Siracusa, turismo post covid: Cna "Filiera devastata. Per il 50% ripresa a primavera 2021". VIDEOINTERVISTE
La riduzione di presenze e guadagni per gli operatori va oltre il 70 % con punte che arrivano anche al 90%

Il settore turistico della provincia di Siracusa devastato dalla crisi determinata dall'epidemia del Covid con una contrazione di presenze turistiche e quindi di introiti per gli operatori della filiera senza precedenti.
Questa la fotografia che viene fuori dall'analisi e dell'indagine effettuata dalla Cna di Siracusa che ha interrogato tutte le componenti della filiera, dalle strutture ricettive agli operatori del trasporto, dalle agenzie di viaggio alle guide turistiche fino ai balneatori . Il quadro che viene fuori è desolante: riduzione oltre il 70 % con punte che arrivano anche al 90%.

Per il settore ricettivo sono state censite in provincia di Siracusa 112 strutture extralberghiere e 20 hotel con una riduzione del 90%; 26 operatori per taxi e Ncc che hanno riferito di un calo dell'88%; sugli stessi valori, più o meno, la contrazione lamentata dalle guide turistiche: i 22 operatori interpellati hanno riferito di una riduzione dell'86%; è invece del 77% la riduzione dell'attività per 23 operatori di agenzie di viaggio e del 62% per 25 balneatori.
Intervistati sulla ripresa delle attività, il 50% degli operatori ha indicato la primavera del 2021, il 30% ha risposto il 2022, e quote residuali credono in una ripresa già nella fase finale di questa stagione o addirittura al 2023.

Categoria: