commemorazione

Quaranta anni fa la strage di Bologna. Mattarella: "Esigere giustizia"

Quaranta anni fa la strage di Bologna. Mattarella: "Esigere giustizia"
foto Avvenire
Morirono 85 persone e in 200 rimasero feriti

Ricorre oggi il 40esimo anniversario della strage di Bologna.
Erano le 10:25 del 2 agosto 1980 quando una valigia piena di tritolo e T4 esplose nella sala d'aspetto della seconda classe della stazione, uccidendo 85 persone e facendo 200 i feriti. La deflagrazione colpì in pieno il treno Ancona-Chiasso, in sosta sul primo binario e fece crollare una trentina di metri di pensilina, oltre alle strutture sopra le sale d'attesa.
La strage fu il più grave atto terroristico avvenuto in Italia nel secondo Dopoguerra, al culmine della strategia della tensione. E molto non è stato ancora chiarito.
Stamattina in piazza Nettuno a Catania, due minuti di silenzio: il primo per onorare le vittime, il secondo per la verità che ancora non è stata svelata su iniziativa del comitato l’Ora della Verità.
il presidente Mattarella ha sottolineato "il dovere della memoria, l'esigenza di piena verità e giustizia e la necessità di un'instancabile opera di difesa dei principi di libertà e democrazia". Il capo dello Stato ha riaffermato "la vicinanza, solidarietà e partecipazione al dolore" di tutta la città.

Categoria: