edili

Siracusa, accordo raggiunto per gli ex Solesi: assorbiti tutti i dipendenti

Siracusa, accordo raggiunto per gli ex Solesi: assorbimento di tutti i dipendenti
Fillea Cgil, Feneal Uil e Filca Cisl restano in guardia: dubbi sulla gestione generale degli appalti nell'area industriale

Chiuso l'accordo tra Feneal-Uil, Fillea-Cgil e Filca-Cislcon la società Bng (impresa subentrante), per l'assorbimento del personale ex Solesi, impegnato nella manutenzione edile all'interno dello stabilimento Eni-Versalis di Priolo. Sembra così essersi risolta la tormentata vicenda dei lavoratori già ex Turco e di recente ex Solesi. "Rimane altissimo, però, il livello di vigilanza, vista l'esperienza maturata due anni fa in occasione della vertenza ex Turco che ha riguardato lo stesso gruppo di lavoratori - dichiarano i tre segretari generali degli edili - All'epoca ci abbiamo messo 6 mesi per completare i passaggi.
Oggi puntiamo a una tempistica più rapida. Abbiamo già dichiarato che ci aspettiamo l'assorbimento di almeno il 50% del personale già nel mese di luglio per poi procedere in tempi rapidi alla chiusura della transizione. Già stremati dai postumi di una infinita cassa integrazione, i lavoratori non accetteranno una nuova telenovela. Si tenga presente che il personale interessato dai passaggi è già stato ridotto del 25% per via di una serie di pensionamenti ed uscite volontarie. Rimangono però alcuni interrogativi sulla gestione generale degli appalti nell'area industriale, perché all'interno dell'Eni, per motivi diversi ma ugualmente riconducibili a questo contratto di manutenzione, sono saltate le imprese edili importanti".

Categoria:




Pubblicità