la replica

Siracusa, costituzione contro il ricorso di ex consiglieri comunali: il sindaco Italia "Atto dovuto a tutela della città"

Siracusa, costituzione contro il ricorso di ex consiglieri comunali: il sindaco Italia "Atto dovuto a tutela della città"
"Gli ex consiglieri - spiega il primo cittadino - non hanno impugnato solo i decreti di sospensione e di scioglimento del consiglio comunale, ma anche l'approvazione del Rendiconto del 2018"

"La decisione di opporsi al ricorso di alcuni ex consiglieri comunali è un atto dovuto a tutela dell'istituzione che rappresento".
Così il sindaco di Siracusa, Francesco Italia replica alle accuse lanciate dagli stessi ex consiglieri comunali che hanno interpretato l'azione intrapresa dal sindaco come un atteggiamento antidemocratico.
"È bene sottolineare - precisa il primo cittadino - che gli ex consiglieri non hanno impugnato solo i decreti di sospensione e di scioglimento del consiglio comunale, il loro ricorso mira ad annullare la deliberazione di approvazione del Rendiconto del 2018 da parte del commissario regionale, allo scopo di reintegrarli nelle proprie funzioni. Quest'ultimo punto recherebbe un gravissimo danno alla città.
L’opposizione al ricorso degli ex consiglieri - ribadisce Italia - non tutela una posizione personale o politica, ma tutela l’amministrazione comunale, i suoi organi e gli atti da essi adottati e l'annullamento del rendiconto del 2018 comporterebbe l'annullamento di tutti gli atti che da esso discendono come la possibilità di ottenere i mutui per finanziare il Bando delle periferie e opere per 13 milioni di euro o la stabilizzazione del personale ex Pirelli, per fare alcuni esempi.
Senza dimenticare - aggiunge il sindaco - che l’approvazione nei tempi del rendiconto è stata premessa necessaria per approvare, per la prima volta nella storia della nostra città, un bilancio di previsione a febbraio di quest’anno.
Ogni altra lettura - conclude Italia - è certamente fuorviante e poco aderente alla realtà".

Categoria:




Pubblicità