alla baia di Santa Panagia

Siracusa, esercitazione della Capitaneria di porto: simulato possibile attacco agli impianti portuali

Siracusa, esercitazione della Capitaneria di porto: simulato attacco agli impianti portuali
Testato l'innalzamento del livello di security

Esercitazione complessa stamattina da parte della Capitaneria di Porto di Siracusa tesa all’innalzamento del livello di security, per via di un probabile attacco alle port facilities.
Una volta prese tutte le misure previste dai rispettivi piani di competenza di ogni impianto portuale, l’esercitazione, con la presenza delle forze di polizia (Polizia di Frontiera, Guardia di Finanza e Carabinieri), è proseguita con una simulazione di incendio di un’unità ormeggiata al pontile petrolchimico Isab Sud, vicino ai manifold della nave Sti Claeham di bandiera Marshall Island.
I militari della Capitaneria di porto di Siracusa e i Vigili del Fuoco hanno realizzato la cornice di sicurezza alla baia di Santa Panagia.
Al contempo, personale dipendente della società concessionaria del pontile petrolchimico, dove si trovava ormeggiata l’unità, ha attivato tutti i dispositivi antincendio: monitori, sentiero freddo e versatori di schiuma.
Contestualmente è stato richiesto l’intervento dei rimorchiatori di guardia alla baia di Santa Panagia, e di personale dei servizi tecnico nautici (Piloti, Ormeggiatori e Barcaioli) e portuali per dar man forte nelle operazioni di assistenza.
L’esercitazione si è conclusa con lo spegnimento dell’incendio, dimostrando la prontezza operativa del sistema portuale, un celere intervento di risposta, una corretta attuazione delle procedure previste dai piani e un soddisfacente sistema di comunicazione e coordinamento tra tutti i soggetti impegnati.

Categoria:




Pubblicità