venerdì sera

Canicattini Bagni, il Consiglio comunale ribadisce il "no" all'impianto fotovoltaico di contrada Cavadonna

Il precedente voto contrario ad aprile dell'anno scorso

Secondo "no" del Consiglio comunale di Canicattini Bagni all'impiato fotovoltaico di 67,421 MWp, proposto dalla società “Lindo” srl, alle porte della città, occupando oltre 100 ettari di terreno in Contrada Cavadonna, in un territorio appartenente ai Comuni di Siracusa, Canicattini Bagni e Noto. Il voto negativo è stato unanime, come fatto già nell’aprile dello scorso anno.
Ritirato per essere approfondito, il punto all'ordine del giorno sul progetto di un impianto fotovoltaico a terra da 999,60 KWp, presentato nell’aprile dello scorso anno dalla società Nova Sicilia srl di Linate, nel Milanese, denominato "Lelito", da realizzare in Contrada Bagni, in territorio canicattinese, per cui la Giunta comunale ha dato parere contrario, presentando una serie di osservazioni a salvaguardia del proprio patrimonio paesaggistico e ambientale.
Il Presidente Amenta, nel sottolineare come il Consiglio comunale abbia già chiarito la sua non contrarietà all’efficientamento energetico, alla produzione di energia rinnovabile in modo non invasivo e sostenibile, sui tetti delle case o delle aziende agricole e zootecniche, a conclusione degli interventi ha, pertanto, messo ai voti la richiesta dell’Assessore Savarino di ritirare il punto all’ordine del giorno dei lavori.
Poi si è svolta l’attività ispettiva.

Categoria: