ASP

Siracusa, formazione per cardiologi e rianimatori

Siracusa, partito corso di formazione per cardiologi e rianimatori
A dare il via la progetto è stato il direttore dell'Asp Salvatore Brugaletta. Tra gli argomenti trattati il monitoraggio emodinamico clinico-integrato e le procedure invasive ecoguidate da eseguire in urgenza e in elezione

E' partito stamattina il corso di “ecografia clinica intensivistica". Ad organizzarlo l’Unità operativa di Cardiologia e Utic ed Emodinamica dell’ospedale Umberto I di Siracusa diretta da Marco Contarini, in collaborazione con la scuola di Specializzazione di Anestesia e Rianimazione dell’Università di Catania e con il patrocino dell’Ordine provinciale dei Medici e dell’Asp di Siracusa.
A dare il via la progetto è stato il direttore dell'Asp Salvatore Brugaletta. Tra gli argomenti trattati il monitoraggio emodinamico clinico-integrato e le procedure invasive ecoguidate da eseguire in urgenza e in elezione.
“Il gruppo 'SEU' (Sicilian Emergency Ultrasonografer), un panel di esperti formatori di estrazione mista, nato dalla stretta collaborazione tra anestesisti-rianimatori e cardiologi – spiega Marco Contarini - ha posto al centro della scena il paziente e l'ecografia clinica che, con una nuova filosofia, indirizza tempestivamente ed efficacemente le scelte terapeutiche e procedurali dei sanitari di fronte ad un paziente in gravissime condizioni cliniche. A rafforzare e testare le competenze acquisite dai corsisti si è sfruttata la tecnica della simulazione per definire l’importanza delle non technical skills nella gestione degli scenari clinici. Il gruppo SEU, costituito da Marco Contarini, Antonio Anile, Salvatore Massimo Petrina, Giacomo Castiglione, Francesco Oliveri, Giuseppe Umana, Giuseppe Molino, e Tiziana Regolo, in tre giorni intensi ed impegnativi ha addestrato con nuove metodologie teorico-pratiche venti colleghi, tra cardiologi, anestesisti-rianimatori e medici d’urgenza, a questo nuovo modo di utilizzo delle tecniche ecografiche”.