Accoglienza

Lo Sprar di Canicattini Bagni tra "le buone prassi"nazionali

Lo Sprar di Canicattini Bagni tra "le buone prassi"nazionali
Il direttore Scaglione parteciperà alla presentazione del Terzo Rapporto sulla Protezione Internazionale in Italia 2016.

Sarà presentato mercoledì prossimo alle 14,30 presso il il Centro Congressi Roma Eventi il Terzo Rapporto sulla Protezione Internazionale in Italia 2016.
L'evento è organizzato da Anci, Caritas Italiana, Cittalia, Fondazione Migrantes e Servizio Centrale dello SPRAR (Sistema di Protezione per Richiedenti Asili e Rifugiati), in collaborazione con UNHCR, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Parteciperà anche il presidente della cooperativa sociale Passwork, Sebastiano Scaglione, che gestisce lo Sprar “Obioma” a Canicattini Bagni, che accoglie soprattutto donne e famiglie “fragili”, con disagio, fuggite dalle guerre, dalle violenze e dalle discriminazioni. Questa struttura è stata riconosciuta dal Ministero e dal Servizio Centrale dello Sprar tra le “buoni prassi” a livello nazionale, diventando così un modello che già lo scorso anno è stato inserito nell'opuscolo “Storie dalla rete dello Sprar. L’accoglienza: un’opportunità di crescita per i territori”.

Categoria: