stamattina

Siracusa-Gela, chiusura della Sp19: firmato in prefettura a Ragusa il protocollo di legalità

Siracusa-Gela, chiusura della Sp19: firmato in prefettura a Ragusa il protocollo di legalità
Erano presenti, oltre a esponenti della politica regionale, anche il Prefetto di Siracusa, Giusi Scaduto e l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone.

E' stato firmato, questa mattina, il protocollo di legalità per la Siracusa-Gela, nella sede della Prefettura di Ragusa.
Erano presenti, oltre a esponenti della politica regionale, anche il Prefetto di Siracusa, Giusi Scaduto e l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone.

Sicurezza in primo piano, nell’incontro in questione “durante cui - ha spiegato l’on. Rossana Cannata, la componente della commissione regionale Attività produttive - si è parlato della necessità di migliorare e velocizzare il passaggio dei mezzi di soccorso, tramite la presenza di personale che H24 si occupi dell’apertura del varco anche oltre gli orari di attività del cantiere. E proprio per consentire ai mezzi di soccorso di attraversare l’arteria in totale sicurezza, nonostante i lavori in corso, si è discusso anche di assicurare una maggiore visibilità tramite una migliore illuminazione del cantiere. Quanto alla viabilità alternativa - aggiunge la deputata della circoscrizione siracusana - previsti interventi anche sulla Sp 26 proprio con l’obiettivo di rendere il transito più agevole”.

"Nei giorni scorsi, anche in occasione di un sopralluogo al cantiere della sp19, avevamo segnalato i disagi che la chiusura arreca agli abitanti della zona sud della provincia di Siracusa, nonché la non adeguata informazione dei cittadini e la mancata individuazione preventiva di un percorso alternativo”, hanno detto i parlamentari Paolo Ficara e Filippo Scerra ed il deputato regionale Stefano Zito (Movimento 5 Stelle) che hanno partecipato ai lavori.
Al termine del tavolo prefettizio, confermata la riapertura entro Pasqua, a senso unico alternato, della provinciale. "I lavori dovrebbero comunque concludersi entro il 4 maggio, come assicurato da Regione e Cas. Quanto alle ambulanze e ai mezzi di soccorso in genere, è stato chiesto di prevedere in tempi brevi un presidio h24 per consentirne il passaggio senza soluzioni fantasiose come quelle delle chiavi", dicono Ficara, Scerra e Zito.

Categoria:



Pubblicità