la replica

Siracusa, vertenza Cambria: Cds Holding dice "basta ad attacchi strumentali"

Siracusa, vertenza Cambria: Cds Holding dice "basta ad attacchi strumentali"
Siamo sempre stati vicini ai lavoratori - si legge in una nota ufficiale - e abbiamo cercato in tutti i modi di aiutarli"

Cds Holding proprietaria del centro commerciale di contrada Fusco non ci sta e dopo le dichiarazioni rese dai sindacati in occasione dell'ultima manifestazione degli ex lavoratori ex Cambria ha deciso di puntualizzare alcuni aspetti della vicenda: "Siamo sempre stati vicini ai lavoratori del vecchio “Spaccio Alimentare” - si legge in una nota ufficiale - capiamo il loro dramma e abbiamo cercato in tutti i modi di aiutarli, a fianco delle Istituzioni (Comune e Prefettura in primis), anche se ci teniamo a ribadire la nostra totale estraneità e responsabilità su tale vicenda e sulle relative conseguenze. Nulla possiamo con le vicende che vedono la loro azienda, il gruppo Cambria, a rischio di fallimento, situazione che ci ha creato ritardi e danni economici. Ci siamo da sempre attivati - prosegue la nota - per favorire in ogni ambito un possibile esito positivo della vicenda dei lavoratori del gruppo Cambria, causata non certamente da CDS Holding. In ultimo abbiamo sensibilizzato Conad Sicilia a valutare i lavoratori oggi ancora dipendenti del Gruppo Cambria, ricevendo una disponibilità da parte dell’azienda. Ci ferisce - continua - sapere che ad oggi solo pochissimi di loro hanno presentato il proprio curriculum a Conad. Non possiamo più accettare le menzogne e gli attacchi strumentali subiti - conclude il documento - e d’ora in poi ogni azione che disturberà la normale vita del centro commerciale sarà da parte nostra perseguita, anche penalmente, da chiunque sia perpetrata".

Categoria: