dalla regione

Fondi per la riqualificazione dei teatri siciliani, alla provincia di Siracusa 2,8 milioni

Fondi per la riqualificazione dei teatri siciliani, alla provincia di Siracusa 2,8 milioni
Sono 13 i beneficiari del territorio aretuseo tra Comuni, privati, associazioni e fondazioni

Oltre trentadue milioni di euro dal governo regionale per la riqualificazione di 161 teatri dell'Isola. Lo ha disposto il governatore Nello Musumeci. I fondi - stanziati per interventi di restauro, ripristino, ristrutturazione, messa a norma e innovazione tecnologica - consentiranno la modernizzazione di strutture esistenti e l'apertura sia di nuovi spazi che di sale chiuse da tempo al pubblico. Il dipartimento regionale dei Beni culturali e dell'identità siciliana ha già predisposto la relativa graduatoria. Nel rispetto delle proporzioni previste dal bando, agli enti pubblici è stato concesso un contributo pari quasi all'ottanta per cento della somma valutata come ammissibile. Per i soggetti privati un finanziamento pari a circa il 62 per cento. Gli enti beneficiari sono Comuni, enti pubblici, istituti scolastici, parrocchie, enti no-profit (fondazioni, associazioni) e imprese private impegnate nel campo teatrale.
Per la provincia di Siracusa questa è la suddivisione dei fondi:

"I teatri siciliani pubblici e privati - dichiara il presidente Musumeci - costituiscono una mappa identitaria dell'Isola e sono depositari della memoria e del carattere del territorio"

Le risorse destinate al Teatro comunale di Siracusa consentiranno di acquistare attrezzature sceniche, service audiovisivi e arredi ancora mancanti, oltre che completare gli impianti di condizionamento e illuminazione.
“Grazie a questo progetto – commenta l'assessore alla cultura, Fabio Granata – il Teatro comunale e il suo recupero potrà definirsi completo: una bella e importante notizia per la città".

Riqualificazione e ristrutturazione per il Teatro Tina Di Lorenzo di Noto: "“Condivido in pieno quanto detto dal nostro Governatore Nello Musumeci - dice il sindaco Bonfanti - dobbiamo ricordarci che i teatri siciliani costituiscono una mappa identitaria dell’isola e sono depositari della memoria e del carattere del nostro territorio".

L'ex cinema Cappello ad Avola diventerà un vero e proprio contenitore culturale al centro dell’esagono: teatro, spazio espositivo, auditorium e centro congressi: "Ancora una volta - dice il sindaco di Avola, Luca Cannata - riusciamo ad attingere ai contributi regionali per dare alla città una nuova veste e una serie di servizi per incrementare cultura e spettacolo, recuperando pezzi storici del patrimonio edilizio".

Riqualificazione e completamento dell’Auditorium Comunale “Attilio Del Buono” a Rosolini: "Ho seguito personalmente l’iter procedurale - riferisce il sindaco Incatasciato - aderendo all’intuizione del Governo Regionale che sostiene la cultura come ambito di sviluppo, anche economico".

Categoria: