la mobilitazione

Trivellazioni nel Val di Noto, la partita è ancora aperta: resta da discutere il ricorso delle associazioni ambientaliste

Trivellazioni nel Val di Noto, la partita è ancora aperta: resta da discutere il ricorso delle associazioni ambientaliste
Si è anche in attesa dell'interpello al Mise votato all'unanimità dai 16 Comuni del Distretto Turistico del Sudest

Nulla è perduto sulla questione delle trivellazioni nel Val di Noto. Il Tar di Catania ha bocciato la sospensiva dell’autorizzazione regionale ai rilievi geofisici e il ricorso del Comune di Noto, non per i suoi contenuti ma per ragioni territoriali: il Comune di Noto non avrebbe porzioni di territorio coinvolti dalle ricerche. Questo quanto si legge in una nota del Comitato No Triv Val di Noto. Manca ancora il giudizio sui ricorsi presentati nei giorni scorsi al Tar dalle associazioni ambientaliste, Italia Nostra, Legambiente, Wwf e Zero Waste.

"Si è, inoltre, ancora in attesa - precisa la nota - dell'interpello votato all'unanimità dai 16 Comuni del Distretto Turistico del Sudest, presieduto da Bonfanti ed inviato al Ministero della Sviluppo Economico, affinché intervenga per bloccare le ricerche petrolifere nel territorio siciliano. Niente - conclude il Comitato -potrebbe mai ripagare i territorio del sudest siciliano dai presunti danni di sversamento sulle spiagge o da inquinamento delle falde idriche dai rischi connessi con le ricerche o le estrazioni di petrolio o gas".

La mobilitazione del territorio rimane alta per titelare l'integrità di un territorio dove ricade il sito Unesco più a sud d'Europa.

Categoria: