ai domiciliari

Palermo, violenze in casa riposo: arrestate due operatrici sanitarie

A dare inizio alle indagini dei carabinieri è stata la denuncia presentata dai parenti della vittima che da tempo avevano notato lividi ed ematomi sul corpo della donna.

Il Gip di Palermo ha stabilito gli arresti domiciliari per due operatrici sanitarie, dipendenti di una casa di riposo di San Giuseppe Jato, accusate di gravi violenze fisiche e psicologiche ai danni degli anziani ospiti della struttura. B.G., 55 anni, di San Cipirello, e S.F., 60 anni, di San Giuseppe Jato, sono state arrestate dai carabinieri. Le due donne, dallo scorso settembre a oggi, avrebbero ripetutamente esercitato violenze fisiche e psicologiche nei confronti di ospiti della struttura in cui lavoravano e in particolare di un'anziana di 76 anni.
A dare inizio alle indagini dei carabinieri è stata la denuncia presentata dai parenti della vittima che da tempo avevano notato lividi ed ematomi sul corpo della donna.
I militari hanno evidenziato un grave quadro indiziario a carico delle due operatrici, resesi protagoniste in pochi giorni di incresciosi episodi. Le scene registrate, che mostrano le indagate vessare gli ospiti della struttura, non saranno diffuse proprio per la loro crudezza.

Categoria: