sparatoria

Trieste, lutto cittadino per l'uccisione dei due poliziotti

Trieste, lutto cittadino per l'uccisione dei due poliziotti
Alejandro Augusto Stephan Meran è accusato di omicidio plurimo e tentato omicidio

Lutto cittadino a Trieste dopo la sparatoria che ha visto due vittime, due agenti. Una giornata in cui si omaggiano i poliziotti morti e in cui si lavora per ricostruire quello che è accaduto in Questura. E' accusato di omicidio plurimo e tentato omicidio Alejandro Augusto Stephan Meran, l'uomo di 29 anni che ha ucciso gli agenti. Meran si è avvalso della facoltà di non rispondere agli inquirenti, i quali ritengono che sussista il pericolo di fuga e di reiterazione di reato e per questo ne hanno chiesto la custodia cautelare in carcere. Sequestrate le fondine delle due vittime, per verificarne l'integrità. Intanto si apprendono nuovi particolari della sparatoria: Meran, dopo aver sottratto la pistola all'agente Pierluigi Rotta, gli ha sparato due volte. Uditi gli spari, l'altro agente Matteo Demenego è uscito dall'ufficio ed è stato raggiunto da tre colpi. Intanto il fratello di Meran, Carlysle, si era barricato in un ufficio poi è fuggito, prima di essere bloccato.

"Mi dispiace tanto, non so come chiedere perdono a queste famiglie" ha detto Betania, la madre di Meran. "Prego Dio che dia loro pace e che un giorno possano perdonare.

Categoria: