alla regione

Lentini, discarica di contrada Armicci: la Rete dei Comitati Territoriali Siciliani chiede la revoca del decreto autorizzativo

Lentini, discarica di contrada Armicci: la Rete dei Comitati Territoriali Siciliani chiede la revoca del decreto autorizzativo
La questione è tornata ad allarmare i cittadini dopo che il Cga, ribaltando la sentenza del Tar ha accolto il ricorso della Pastorino contro il Comune

No alla discarica per rifiuti speciali non pericolosi in contrada Armicci, a Lentini. Lo dice forte e chiaro la Rete dei Comitati Territoriali Siciliani che ha inviato al Presidente della Regione Musumeci e all'assessore Pierobon una richiesta di revoca in autotutela del decreto autorizzativo. La questione è tornata ad allarmare i cittadini dopo che il Cga, ribaltando la sentenza del Tar ha accolto il ricorso della Pastorino contro il Comune.

In un articolato documento della Rete, a cui aderiscono Coordinamento per il Territorio No discarica Armicci-Bonvicino di Lentini; Comitato Stop Veleni di Siracusa, Melilli, Augusta, Priolo; Comitato No impianto San Biagio di Francofonte; Comitato No Triv Licata; Comitato No Triv Valle del Simeto; Comitato No Frane-No precarità di Messina; Movimento No Inceneritori Valle del Mela; Movimento No Ponte di Messina; Ass. Cinquesei di Terme Vigliatore, viene dettagliatamente spiegato il perché quella discarica non può essere realizzata in quel territorio: "l'area si trova a non più di 800 metri dal Lago Biviere di Lentini, sito di importanza comunitaria e Zona di protezione speciale, a meno di 250 metri dall’area archeologica ‘Valsavoia Armicci’, confina con vaste aree agrumetate inserite nel Piano paesaggistico della provincia di Siracusa, a pochi metri da regolari abitazioni civili e a poche centinaia di metri dalla vecchia discarica comunale per la quale la bonifica non è stata ancora avviata. In ultimo in quella zona in cui si registrano altissimi tassi di patologie tumorali".

Ricordando che Musumeci, quando era Presidente della Commissione regionale Antimafia, si era già espresso in una interpellanza al parlamento siciliano chiedendo al Governo regionale di “sospendere con urgenza” l’avvio dei lavori della discarica di Contrada Armicci, la Rete adesso chiede al presidente di agire in coerenza con quanto detto in precedenza.
Oltre a ciò la Rete dei Comitati Territoriali Siciliani sostiene come l'autorizzazione VIA, "oltre ad essere tecnicamente carente, sia palesemente viziata dal mancato rispetto della normativa in materia ambientale visto che il territorio individuato per la realizzazione della discarica è all'interno di una zona vulnerabile nella quale gli standard di qualità ambientali, fissati dalla legislazione comunitaria, sono già stati già superati".
Da qui la decisione di sostenere l'azione dei cittadini di Lentini contro la realizzazione della discarica contro la quale si è già espresso anche il Consiglio comunale.

Categoria: