la replica

Siracusa, rinnovo concessione loculi: stoccate dell'opposizione per l'amministrazione e per i consiglieri "traditori"

Siracusa, rinnovo concessione loculi: stoccate dell'opposizione per l'amministrazione e per i consiglieri "traditori"
L'opposizione ribadisce il proprio "no" alla retroattività e punta a portare in aula la proposta di Reale e altri che prevede il pagamento del rinnovo delle concessioni a partire dal 2022

Botta e risposta tra amministrazione comunale e opposizione in Consiglio a Siracusa sulla vicenda del rinnovo delle concessioni dei loculi, dopo che ieri è mancato il numero legale alla seduta decisiva del civico consesso convocata per approvare la modifica del regolamento di polizia mortuaria.
Oggi conferenza stampa delle forze politiche che si oppongono alla delibera di giunta nel corso della quale sono state contestate alcune affermazioni dell'amministrazione attiva: "La delibera così com'è non va bene - ha detto Cetty Vinci - e anche la proroga dell'avviso annunciata dal sindaco al 30 settembre non ci lascia contenti. E' impensabile che sulla proposta di modifica a firma di Reale e altri, depositata il 24 luglio, non ci siano ancora i pareri, così come non è il caso di appellarsi al fatto che le somme siano già state inserite nel Bilancio di previsione per bloccare ogni modifica".

"Il bilancio ancora non esiste - le fa eco il Consigliere e presidente della Commissione Bilancio, Salvatore Castagnino - c'è solo una proposta di giunta che deve passare ancora al vaglio del Consiglio comunale".
"E' una scusa - afferma Mauro Basile - dire che la Corte dei Conti può creare problemi di leggitimità in caso di approvazione della nostra proposta. Le somme inserite in bilancio - aggiunge - sono solo di previsione e poi non si può proporre una proroga al 30 settembre, quando il Consiglio sarà chiamato ad esprimersi sul Bilancio il 28 agosto".

L'opposizione ribadisce il proprio "no" alla retroattività e punta a portare in aula la proposta di Reale e altri che prevede il pagamento del rinnovo delle concessioni a partire dal 2022.
"Non ci facciamo intimidire - ha detto ancora Vincenzo Vinciullo che sfida l'amministrazione ad un dibattito pubblico sull'argomento, ricordando, peraltro, che per legge le Entrate indicate in Bilancio devono essere certe e che "i ricavi dei servizi cimiteriali non possono essere distratti, ma devono essere reinvestiti sulla manutenzione del cimitero".

Un capitolo a parte meritano altre due questioni evidenziate oggi durante la conferenza stampa: è stato denunciato un tentativo di "imbavagliare" il Consiglio comunale, bloccandone il funzionamento: "L'assenza dei pareri alla nostra proposta a distanza di quasi un mese - sottolinea Reale - ne è un esempio. La presidente del Consiglio avrebbe dovuto, in questo lasso di tempo, sollecitare i funzionari a produrli quanto prima".
Sulle assenze di diversi consiglieri dell'opposizione, il giudizio è altrettanto duro: "La loro assenza - è stato detto da Reale - equivale ad un "no" codardo. I consiglieri - ha aggiunto Fabio Alota - avrebbero dovuto partecipare e votare secondo coscienza, la loro assenza, invece, manca di rispetto ai siracusani che li hanno eletti".

Categoria: