ieri sera

Siracusa, il Consiglio comunale dice "si" alla revoca della delibera sul rinnovo delle concessioni dei loculi cimiteriali

Siracusa, il Consiglio comunale dice "si" alla revoca della delibera sul rinnovo delle concessioni dei loculi cimiteriali
Con l'atto di indirizzo si chiede all'amministrazione di annullare l’avviso anche nella nuova versione riformulata ieri dalla giunta

Il consiglio comunale chiede la revoca della delibera con cui la giunta nella delibera del 23 aprile aprile scorso, modificata ieri nella parte delle rateizzazioni, disponeva il rinnovo delle concessioni dei loculi cimiteriali che hanno superato i 25 anni. Un provvedimento che si rifa al regolamento approvato nel 1996 con un valore retroattivo e che ha suscitato tante discussioni e malumori.
Da qui la presentazione da parte del gruppo consiliare Siracusa Protagonista di un atto di indirizzo che ieri sera è stato approvato dal civico consesso. I consiglieri firmatari, Salvatore Castagnino, Fabio Alota e Mauro Basile, oltre a chiedere un parere dell'ufficio legale, chiedono anche , in attesa della revoca, l'adeguamento dello statuto.
"L’Amministrazione - dichiarano Vincenzo Vinciullo, Presidente emerito della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS e i Consiglieri Comunali Salvatore Castagnino, Fabio Alota e Mauro Basile. - è stata costretta a cedere anche di fronte all’impietosa disamina del provvedimento e di fronte al fatto che anche i consiglieri della sua coalizione, cioè quelli che sostengono Italia, hanno deciso di votare a favore del nostro provvedimento.erano corrette le nostre considerazioni e corretti i ragionamenti che avevamo portato in Aula per dimostrare l’illegittimità dell’atto amministrativo che imponeva di tassare perfino i morti".

"Lasciando stare la poca chiarezza sulla corretta scadenza delle concessioni - commenta la vice capogruppo di Forza Italia al consiglio comunale, Federica Barbagallo - la delibera si scontrava soprattutto con la richiesta di Forza Italia e della quasi totalità dei consiglieri di annullare l’avviso e di riformularlo tramite la collaborazione del Consiglio Comunale, che è l’organo che rappresenta la volontà dei cittadini siracusani, nel rispetto della legge".

Sempre ieri sera l'aula ha votato favorevolmente l'atto di indirizzo che vede come primo firmatario il consigliere Buccheri sull'organizzazione del parcheggio di via Von Platen e successivamente l'atto di indirizzo dei consiglieri Chiara Ficara e Francesco Burgio sul sistema di videosorveglianza al cimitero.
La proposta è stata illustrata in aula da Burgio che ha evidenziato come in passato non siano mai stati spesi soldi per la sicurezza del camposanto e ha invitato l'Amministrazione a recuperare le somme non riscosse, facendo riferimento a 70 milioni di tributi a partire dal 2004 e i soldi per le utenze della Cittadella dello sport che il gestore non pagherebbe.

Ultimo punto, la proposta di delibera sul nuovo ospedale, illustrata da Chiara Catera come prima firmataria, per chiedere alla Regione le conferma dell'Umberto I come struttura di secondo livello manifestando la disponibilità, se la richiesta fosse accolta, a individuare un'area diversa dalla Pizzuta. Catera, nella sua richiesta, fa notare come il comprensorio Catania-Siracusa-Ragusa abbia i numeri per chiedere tre nosocomi di secondo livello e come questi siano ad oggi tutti concentrati nel solo capoluogo etneo. La consigliera ha argomentato sottolineando come Siracusa e Ragusa formino un bacino di utenza di 725 mila abitanti ma la nostra provincia, già insufficiente per numeri di posti letto, vive situazioni di rischio legate alla presenza del petrolchimico e alla sismicità dell'area. Inoltre essa è quella con il maggior numero di “viaggi della speranza” nel resto d'Italia per la cura di malattie oncologiche, con una spesa che si aggira attorno ai 45 milioni di euro a carico dell'Asp. Il documento è stato approvato senza dibattito.

Categoria: