ambiente

Lentini, discarica Armicci: dopo la sentenza del Cga riparte la mobilitazione del territorio

Lentini, discarica Armicci: dopo la sentenza del Cga riparte la mobilitazione del territorio
il Coordinamento No discarica Armicci si dice pronto a riprendere la battaglia contro quella che definisce l'ennesima aggressione al territorio

"Non un passo indietro sarà fatto di fronte a questo ennesimo attacco al territorio". A sostenerlo è il Coordinamento No discarica Armicci Lentini dopo la notizia della sentenza del Cga che, ribaltando la decisione del Tar, autorizza la Pastorino a fare una discarica di rifiuti speciali non pericolosi in contrada Armicci.

La posizione è netta e non fa sconti e preannuncia la ripresa della mobilitazione: "Di fatto - si legge sulla pagina facebook del gruppo - viene ribadito che la volontà degli abitanti e degli enti locali non conta nulla, che la volontà di un Consiglio comunale che ha negato la variante urbanistica può essere sostituita dall'autorizzazione della Regione. Adesso non possiamo tirarci indietro di fronte a questo ennesimo attacco. Adesso e più di prima Lentini e il territorio dovrà dar prova del proprio coraggio e determinazione. La lotta non si ferma, per il bene dei nostri bambini. La nostra terra va difesa con i denti".

Altrettanto forte è stata la reazione del sindaco di Lentini, Saverio Bosco che chiama in causa al Ministro dell’ambiente Costa e la deputazione nazionale e regionale "per difendere la comunità da questa aggressione".

Categoria: