guardia costiera

Noto, sorpresi a pescare ricci a Calabernardo: sanzione di 1.000 euro

Noto, sorpresi a pescare ricci a Calabernardo: sanzione di 1.000 euro
Sequestrata l’attrezzatura utilizzata e i 3000 ricci

Stavano pescando ricci nelle acque di Calabernatdo, sul litorale di Noto, usando gli autorespiratori, quando è arrivata una motovedetta della Guardia Costiera. Si tratta di due pescatori sportivi subacquei che, dopo aver riposto il prodotto ittico all’interno di un veicolo, si apprestavano a lasciare il punto di immersione. Bloccati dai militari, i quali, sono stati identificati. A loro carico sono state elevate le sanzioni previste pesca subacquea notturna, con utilizzo di autorespiratore e la pesca del riccio di mare vietata nei mesi di maggio e giugno.
Oltre la sanzione amministrativa prevista di 1000 euro, è stata loro sequestrata l’attrezzatura utilizzata, bombole ed erogatori, e i 3000 esemplari di ricci di mare catturati, ancora vivi, che sono stati rigettati in mare nello specchio acqueo all’interno dell’Area Marina Protetta “Plemmirio”.

Categoria: