politica

Siracusa, calo netto di tesserati al Partito Democratico: nelle liste non compare neanche il nome del sindaco Italia

Siracusa, calo netto di tesserati al Partito Democratico: nelle liste non compare neanche il nome del sindaco Italia
Sorprendente e sintomatico il nome di Giancarlo Garozzo che ha rinnovato la fedeltà al partito. Una sorta di conferma dei rapporti più distesi con il gruppo, ed in particolare con l'assessore regionale Giovanni Cafeo

Dalle quasi 4mila tessere dello scorso anno alle mille di quest'anno: è calo netto nel numero di tesserati al Partito Democratico di Siracusa.
I dati, a livello provinciale, dimostrando un trend in discesa degli attivisti e simpatizzanti del partito. Bisogna dire che per fare la tessera c'è tempo almeno fino al 3 marzo, data in cui si svolgeranno le primarie a livello nazionale, e magari, chissà, il miracolo accadrà.

Ma, allo stato attuale, il Pd si presenta come un contenitore vuoto, svuotato anche da alcune figure in vista nel mondo della politica locale, a partire dall'assessore alle Politiche produttive, Fabio Moschella, fino al sindaco Francesco Italia.

Sorprendente e sintomatico il nome di Giancarlo Garozzo che ha rinnovato la fedeltà al partito. Una sorta di conferma dei rapporti più distesi con il gruppo, ed in particolare con il deputato regionale Giovanni Cafeo, prima suo capo di gabinetto, poi acerrimo nemico, e adesso in rapporti tiepidi.
Dai numeri sembra evidente una sorta di "disaffezione della città" al partito che, magicamente, nel 2017, rispetto al 2016, aveva registrato un incremento del 20% di iscritti.

Interessante appare l'enigma attorno alla figura del primo cittadino. Si può parlare di fuoriuscita dal partito?

di Oriana Gionfriddo

Categoria: