beni culturali

L'Annunciazione di Antonello Da Messina torna a Siracusa

L'Annunciazione di Antonello Da Messina torna a Siracusa, da oggi di nuovo fruibile al Museo Bellomo
A dare l'ok per il trasporto prima l'assessore regionale Tusa, poi l'istituto tecnico regionale che pare abbia fatto una perizia dell'opera appena prima di essere caricata su un grande camion e via per la partenza.

E' tornata ieri sera nella sua sede 'naturale' l'Annunciazione di Antonello Da Messina. Da oggi, infatti, l'opera torna fruibile al Museo Bellomo, dopo la tappa a Palermo per una mostra privata.

A dare l'ok per il trasporto prima l'assessore regionale Tusa, poi l'istituto tecnico regionale che pare abbia fatto una perizia dell'opera appena prima di essere caricata su un grande camion e via per la partenza.

A protestare contro la trasferta dell'opera l'avvocato Salvo Salerno e Corrado Giuliano, i quali hanno presentato un esposto al Presidente della Regione, Soprintendenza, Carabinieri e assessorato regionale alla Cultura. A seguito dell'esposto, al Museo è arrivata la Sezione Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Siracusa. Inizialmente nella documentazione sono state riscontrate irregolarità per il trasferimento dell'opera, tra cui l'assenza del parere della Sovrintendenza e dell'istituto regionale del restauro.

E poi, durante l'evento: “Non risulta nessuna richiesta di autorizzazione per lo spostamento del dipinto ‘L’Annunciazione’ di Antonello Da Messina dalla Galleria Regionale di Palazzo Bellomo alla Galleria Regionale di Palazzo Abatellis”.
Lì, nero su bianco, un altro tassello. Nero su bianco la Soprintendenza dei Beni culturali di Siracusa ha risposto al comitato “Nessuno tocchi Antonello”, a seguito dell’esposto presentato dagli avvocati Salvo Salerno e Corrado Giuliano. Solo due righe firmate dalla responsabile del settore di architettura Fulvia Greco, e dalla soprintendente Irene Donatella Aprile. Due righe per dire che forse L’Annunciazione non si sarebbe dovuta muovere da Siracusa.
Ma da ieri L'Annunciazione è di nuovo a Siracusa. Pare sia scongiurata l'ipotesi di un altro trasloco, stavolta a Milano, per un'altra mostra.

di Oriana Gionfriddo

Categoria: