femminicidio

Canicattini Bagni, omicidio Laura Petrolito: il 13 febbraio il gup decide sul rinvio a giudizio di Cugno

Canicattini Bagni, omicidio Laura Petrolito: il 13 febbraio il gup decide sul rinvio a giudizio di Cugno
La difesa del 27enne intende chiedere una consulenza collegiale per stabilire se il suo assistito fosse in grado di intendere e volere al momento dell'uccisione della sua compagna

Mercoledì prossimo, 13 febbraio si terrà l'udienza preliminare a carico di Paolo Cugno, il 27enne di Canicattini Bagni, accusato di avere ucciso a coltellate la compagna 20enne Laura Petrolito durante la notte dello 17 marzo dell'anno scorso e di avere provato poi a occultarne il cadavere all'interno di un pozzo artesiano di contrada Tradituso. La Procura di Siracusa ha ribadito la richiesta di rinvio a giudizio.
A giugno, il prof. Antonino Petralia, che ha eseguito la perizia psichiatrica su Cugno, ha stabilito che il giovane sia sano di mente.
La difesa dell’imputato, rappresentata dall'avvocato Giambattista Rizza, presenterà una richiesta di accesso al rito abbreviato e ha preannunciato l'intenzione di chiedere una consulenza collegiale per stabilire se Cugno fosse in grado di intendere e di volere al momento dell'omicidio della compagna, visti i suoi trascorsi problemi di salute mentale culminati in un trattamento sanitario obbligatorio subito nel 2014.

Categoria: