evaso dai domiciliari

Augusta, tenta di uccidere l'ex compagna colpendola alla testa con uno scalpello

La donna era in compagnia di due poliziotti che l'avrebbero dovuta accompagnare in una località protetta. Riportate lievi ferite. L'uomo è stato arrestato e chiuso in carcere

Con una furia violenta colpisce l'ex compagna alla testa con uno scalpello, nonostante la presenza degli agenti della Polizia di Stato.
E' successo ad Augusta dove Salvatore Mira, 52 anni, già conosciuto alle forze di polizia, ha prima evaso i domiciliari per tentare di uccidere l'ex compagna, facendo resistenza anche agli agenti di Polizia.
L'uomo, infatti, si è recato dall'ex compagna, la quale lo aveva denunciato già in passato per maltrattamenti in famiglia, armato di due scalpelli, coltello, due bottiglie piene di benzina e un accendino. La donna era in compagnia di due poliziotti che l'avrebbero dovuta accompagnare in una località protetta. Ma neanche la presenza della Polizia ha fermato la collera dell'uomo che si è scagliato contro la donna colpendola alla testa, per poi essere bloccato e arrestato dopo una violenta colluttazione.
La donna, fortunatamente, ha riportato lievi ferite alla testa. L’arrestato è stato condotto in carcere. All’uomo sono sequestrati scalpelli, coltello, due bottiglie di benzina ed un accendino.

Categoria: