al consiglio comunale

Siracusa, Progetto Comune: ordine del giorno su ricadute del decreto sicurezza e immigrazione

Siracusa, Progetto Comune: ordine del giorno su ricadute del decreto sicurezza e immigrazione
Le conseguenze più pesanti sui servizi sociali e sanitari dei singoli Comuni

Avviare un dibattito in Consiglio comunale per avere contezza delle ricadute sul territorio della provincia di Siracusa del decreto immigrazione e sicurezza.
Questo il contenuto di un ordine del giorno presentato dal gruppo consiliare, Progetto Comune del quale fanno parte i consiglieri Carlo Gradenigo, Pamela La Mesa e Rita Gentile.
Secondo Progetto Comune il decreto comporterebbe la fine dell'insegnamento dell'italiano, dell'assistenza psicologica, dell'orientamento sul territorio. Penalizzate sarebbero le strutture di accoglienza diffusa come gli Sprar a vantaggio delle strutture di accoglienza straordinarie "sulle quali - si legge nella nota - sono state registrate numerose criticità in questi anni legate in alcuni casi a infiltrazioni mafiose. Ma - conclude Progetto Comune - i costi andrebbero a ricadere sui Servizi Sociali e Sanitari territoriali dei singoli Comuni, per un costo che l'ANCI nazionale ha stimato in 280 milioni di euro".

Categoria: