calcio

Tifosi del Modica aggrediti a Siracusa, il sindaco Italia: "Questi episodi non appartengono allo sport"

Tifosi del Modica aggrediti a Siracusa, il sindaco Italia: "Questi episodi non appartengono allo sport"
“A nome della città esprimo grande rammarico per quanto successo all'interno dell'impianto sportivo privato dell'Erg" - ha detto

I tifosi del Modica aggrediti a Siracusa.
“A nome della città esprimo grande rammarico per quanto successo all'interno dell'impianto sportivo privato dell'Erg in occasione della gara tra la locale “RG Siracusa” e la “New Team” di Modica. Episodi come questi non appartengono assolutamente allo sport e nemmeno alla cultura dell'ospitalità che ci è tanto cara” - dichiara il sindaco, Francesco Italia - “Tanto premesso, è comunque doveroso precisare, per il dovuto rispetto nei confronti dell'opinione pubblica, che l'impianto sportivo teatro dei fatti di cronaca non è di proprietà comunale; e che lo stesso è dotato di tutte le autorizzazioni richieste dalla legge per ospitare eventi sportivi. Per garbo istituzionale una telefonata avrebbe permesso di chiarire meglio i contorni della vicenda ed evitato di alimentare sentimenti di contrapposizione, se non di odio, come quelli che leggo in queste ore sui social. Penso che questo rientri tra i doveri non scritti che sono in capo a chi è chiamato a ruoli di responsabilità. A nome mio e della città di Siracusa ancora piena solidarietà alla “New Team” di Modica, e ai tifosi vittime dell'aggressione”.

Categoria: