in ufficio postale

Reggio Emilia, condannato di Aemilia, prende ostaggi e poi si arrende

Reggio Emilia, condannato di Aemilia, prende ostaggi e poi si arrende
Alla fine si è consegnato ai Carabinieri

Sono tutte incolumi le quattro donne tenute in ostaggio per ore in un ufficio postale di Pieve Modolena, frazione di Reggio Emilia, da Francesco Amato, condannato a 19 anni nel processo di 'Ndrangheta Aemilia e liberate dal blitz dei carabinieri. Inizialmente gli ostaggi erano cinque, ma una cassiera di 54 anni era stata rilasciata quando si era sentita male ed era stata soccorsa dal 118.

"Ha aperto la porta lui, ha fatto uscire gli ostaggi e si è consegnato". Così il comandante provinciale dei carabinieri di Reggio Emilia, colonnello Cristiano Desideri, ha ricostruito la resa.

Categoria: