accoglienza e integrazione

Il corto “CittàGiardino” al 5° Film Fest Diritti Umani di Lugano

Il corto “CittàGiardino” con i migranti di “Casa Aylan” di Canicattini proiettato al 5° Film Fest Diritti Umani di Lugano
Il corto, girato interamente nel territorio ibleo, ha come protagonisti i ragazzi migranti di “Casa Aylan”

Verrà proiettato Domenica 14 Ottobre alle ore 14:15 al Cinema Corso di Lugano il cortometraggio “CittàGiardino” del regista Marco Piccarreda, in occasione del 5° Film Festival Diritti Umani, l’appuntamento internazionale che dal 9 al 14 Ottobre si svolge nella città ticinese.
Il corto, girato interamente nel territorio ibleo, ha come protagonisti i ragazzi migranti di “Casa Aylan”, la struttura di accoglienza di Canicattini Bagni gestita dalla locale impresa sociale Passwork presieduta dal sociologo Sebastiano Scaglione, che ospita minori stranieri non accompagnati.
Al dibattito dal titolo “Vite sospese”, che farà seguito alla proiezione del corto, prenderà parte come relatore il Direttore di “Casa Aylan”, Cesare Salonia, assieme a Rebecca Simona di SOS e allo storico Zeno Ramelli.
Una partecipazione che rappresenta un riconoscimento importante per la struttura di accoglienza di Canicattini Bagni, il cui percorso di integrazione più volte è stato inserito tra le “buone prassi” a livello nazionale, assieme alle altre due strutture esistenti in città, di cui è promotore il Comune, che sono lo Sprar “Obioma” per donne fragili, sempre gestito da Passwork, e lo Sprar “La Pineta” per minori stranieri non accompagnati, gestito dall’Associazione la Pineta e Arci.

Categoria: