alla Camera

Da Mattarella frecciata a Salvini: "Le leggi valgono per tutti"

Da Mattarella frecciata a Salvini: "Le leggi valgono per tutti"
La risposta del ministro: "Rispetto l'impegno preso con gli italiani e chiuderò i porti a trafficanti di esseri umani"

I magistrati 'devono applicare la legge e le sue regole' il cui rispetto 'è indispensabile, sempre'. Sergio Mattarella rimarca che le leggi 'valgono per tutti' e la frase appare un indiretto riferimento a Salvini sul caso Diciotti. "Nel nostro ordinamento non esistono giudici elettivi. I nostri magistrati traggono legittimazione e autorevolezza dal ruolo che loro affida la Costituzione. Non sono quindi chiamati a seguire gli orientamenti elettorali, ma devono applicare la legge e le sue regole". Così il presidente Sergio Mattarella alla Camera ricordando la figura del capo dello Stato Oscar Luigi Scalfaro.
Non si è fatta attendere la risposta del ministro dell'Interno. "Il presidente Mattarella - ha scritto su Twitter Matteo Salvini - oggi ha ricordato che nessuno è al di sopra della legge, ha ragione. Per questo io, rispettando la legge, la Costituzione e l'impegno preso con gli italiani ho chiuso e chiuderò i porti a scafisti e trafficanti di esseri umani. Indagatemi e processatemi, io vado avanti".

Categoria: