Finanza e Polizia

Palermo, dichiarazioni false per avere permesso di soggiorno: 9 arresti

Palermo, dichiarazioni false per avere permesso di soggiorno: 9 arresti
Disarticolata rete che comprendeva, tra gli altri, professionisti e caf

Al termine di un’inchiesta durata 2 anni, Guardia di Finanza e Polizia di Stato hanno disarticolato un sodalizio criminale operante tra Palermo e la provincia di Trapani, dedito al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina composta, tra gli altri, da commercialisti, titolari di Centri di Assistenza Fiscale ed altri soggetti che hanno inoltrato, nell’ultimo triennio, numerosissime istanze all’Ufficio Immigrazione della Questura di Palermo per il rinnovo/ottenimento del permesso di soggiorno di soggetti extracomunitari supportandole sulla base di false dichiarazioni fiscali e fittizie assunzioni.
I finanzieri del Gruppo ed i poliziotti della Squadra Mobile, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo, hanno eseguito 10 misure cautelari: 9 arresti ed 1 divieto di dimora a Palermo.
Tra i destinatari delle misure nomi noti a Palermo tra cui il soggetto di riferimento per la comunità Tamil di Palermo. Gli immigrati, provenienti anche da regioni differenti ed in alcuni casi anche all'estero, attraverso un passaparola all’interno delle singole etnie, arrivavano a Palermo e chidevano ai “professionisti contabili” una dichiarazione dei redditi ad hoc per il raggiungimento della soglia minimo di reddito prevista per proseguire il loro soggiorno in Italia.

Categoria: