incontro

Siracusa, nuova collaborazione tra la facoltà di Architettura e il Comune

Siracusa, nuova collaborazione tra la facoltà di Architettura e il Comune
Intanto uno studio del Censis colloca Siracusa al terzo posto tra le facoltà italiane di Architettura

Una più stretta collaborazione tra il Comune e la facoltà di Architettura di Siracusa per puntare alla riqualificazione e alla valorizzazione della città non solo in termini urbanistici ed architettonici ma anche dal punto di vista culturale e del patrimonio storico.
In questa direzione oggi si è tenuto un incontro nella sede di piazza Federico di Svevia dove il preside, Bruno Messina, e una rappresentanza del corpo docente hanno ricevuto il vice sindaco, Giovanni Randazzo, e l'assessore all'Università, Fabio Granata alla luce anche del recente riconoscimento giunto dal Censis che, in uno studio su corsi di laurea magistrale e a ciclo unico, colloca Siracusa al terzo posto tre le facoltà italiane di Architettura dopo Ferrara a Trieste. Un altro punto di forza potrebbe essere l'ammissione come Cattedra Unesco richiesta dalla Sds siracusana e che potrebbe arrivare a breve.

L'assessore Granata ha proposto l'avvio di un percorso in tre punti: “Un incontro in tempi brevi con il rettore dell'università da tenere a Siracusa per un confronto partecipato sulle questioni sul tappeto; migliorare la percezione che la città ha delle facoltà evidenziando i risultati scientifici e didattici ottenuti; rafforzare la collaborazione con il Comune mettendo a frutto i numerosi studi realizzati, a vari livelli, dalla Sds sulla città”.

"Penso – ha aggiunto il vicesindaco Randazzo – al deciso contributo che da voi può venire in termini di progettazione per partecipare ai bandi necessari a reperire i fondi da destinare agli investimenti, ma siamo aperti al confronto per aiutarci reciprocamente a risolvere i problemi".

Tra le questioni da risolvere il preside Messina ha posto quello della sede, che si vorrebbe più adeguata e funzionale e che avesse la possibilità di ospitare fino a sessanta studenti.

Categoria: