inquinamento

Eccesso di mortalità tra il 4 e il 5% per chi vive nei pressi dei siti contaminati Sin, tra questi c'è anche Priolo

Eccesso di mortalità tra il 4 e il 5% per chi vive nei pressi dei siti contaminati Sin, tra questi c'è anche Priolo
Lo ha reso noto l'ultimo aggiornamento allo studio Sentieri coordinato dall'Istituto superiore di sanità. Nelle stesse zone si registra un'incidenza tumori più alta tra i più giovani

Nelle aree intorno ai Siti contaminati di interesse nazionale (Sin,) e tra questi c'è Priolo, si continua a registrare un eccesso di mortalità rispetto tra il 4 e il 5%.
Questo quanto ha reso noto ieri l'ultimo aggiornamento dello studio Sentieri coordinato dall’Istituto superiore di sanità che si ferma a fine 2017.
Secondo lo studio, i decessi sono causati da tumori, malattie dell'apparato cardiocircolatorio. Nelle stesse zone si registra un'incidenza dei tumori di +9% per i bambini e giovani fino a 24 anni rispetto a chi vive in zone meno inquinate.
I dati disaggregati per singolo Sin saranno pubblicati solo dopo l’estate, ma è già possibile dire che tra le forme di cancro più ricorrenti ce ne sono alcune con una connessione forte a cause ambientali. Cosa questa che ripropone, con ancor maggiore urgenza il problema delle bonifiche.

Categoria: